|
adsp napoli 1
12 luglio 2024, Aggiornato alle 20,29
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Infrastrutture

Vard costruirà due unità offshore per North Star

Commissioning service operation vessel per i parchi eolici. Si aggiungono ad altre quattro simili ordinate nel 2021 dalla società britannica


Vard, società navalmeccanica finlandese controllata da Fincantieri, ha firmato un contratto per la progettazione e la costruzione di due nuovi commissioning service operation vessel (CSOV), navi d'altura di assistenza alle attività offshore, per North Star, società britannica del settore offshore. Il contratto prevede le opzioni per altre due unità dello stesso tipo.

Le due commissioning service operation vessel saranno predisposte ad utilizzare metanolo come carburante. Entreranno a far parte della flotta a propulsione ibrida dell'armatore entro la prima metà del 2025. I CSOV sono realizzati su misura per le attività di manutenzione soprattutto sugli impianti eolici offshore. Hanno scafi e design di ultima generazione che puntano al comfort e al risparmio energetico. 

Nel 2021 North Star ha già ordinato a Vard quattro service operation vessel (SOV), in costruzione in Vietnam e che supporteranno il più grande parco eolico offshore del mondo, Dogger Bank, attraverso noleggi a lungo termine a compagnie terze. Le prime tre navi inizieranno le operazioni quest'anno mentre l'ultima sarà consegnata nel 2024.

Per Pierroberto Folgiero, amministratore delegato di Fincantieri, l'ordine permette al gruppo navalmeccanico italiano di confermarsi «partner di sviluppo della flotta di uno dei principali operatori del settore nelle energie rinnovabili, con sei navi ordinate da North Star in due anni: realizzeremo due unità che spiccano sotto il profilo tecnologico, poiché potranno operare con il metanolo, uno dei combustibili low-carbon più promettenti, creando il nuovo paradigma dei sistemi di propulsione sostenibili». 

Il settore delle energie rinnovabili offshore è in una fase di transizione da industria solo europea a mercato globale. Avendo già sviluppato numerosi concept di questo tipo di unità, Vard può sfruttare il trend in crescita del comparto, in cui emergono importanti attività che si apprestano ad essere avviate sia in Asia che in Nord America, oltre a un livello di investimenti ancora elevato in Europa.