|
adsp napoli 1
17 maggio 2022, Aggiornato alle 08,51
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Valencia si dota di un quarto terminal container

Puertos del Estado approva le valutazioni ambientali per realizzare nell'area Nord un polo da due chilometri di banchina, venti metri di pescaggio e 136 ettari di spazi a terra. Sarà gestito da Msc, che investirà 1,4 miliardi

I quattro terminal container di Valencia (valenciaport.com)

L'espansione a Nord del porto di Valencia entra nel vivo. Venerdì scorso Puertos del Estado – l'organismo governativo che coordina i porti della Spagna – ha approvato l'equivalente italiano della valutazione d'impatto ambientale per la costruzione di un quarto terminal container nel porto, gestito da Terminal Investment, la società terminalistica di Mediterranean Shipping Company (MSC). La valutazione d'impatto ambientale era attesa da tempo, per via anche di frizioni tra una parte della comunità locale e il governo proprio sull'eventuale impatto ambientale sulla costa di un'infrastruttura del genere.

L'investimento è di 1,4 miliardi di euro di cui la maggioranza, un miliardo, da parte dell'armatore-terminalista, mentre il resto, 400 milioni, verranno dallo Stato spagnolo. L'area interessata è molto ampia e il terminal sarà dotato di allacci ferroviari e intermodali. È prevista la realizzazione di due chilometri lineari di banchina da venti metri di pescaggio, con aree a terra per 136 ettari. Il programma dei lavori prevede tre fasi, con la prima lunga due anni e quattro mesi, per concludere l'opera in quattro anni, quindi entro il 2026.

-
credito immagine in alto