|
Porto di Napoli
15 dicembre 2018, Aggiornato alle 12,25
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Armatori

Va all'asta la flotta di Rbd Armatori

Base di 200 milioni di dollari con rialzo minimo di 2 milioni. Si parte il 24 luglio


A partire dal 24 luglio andranno all'asta le 13 navi della flotta Rizzo-Bottiglieri-De Carlini (Rbd) Armatori, l'ultima delle diverse compagnie marittime campane capitolate negli ultimi anni. Lo ha stabilito il Tribunale di Torre Annunziata. I tre curatori fallimentari (l'avvocato Vincenzo Ruggiero e i commercialisti Giovanni Alari e Luciano Caiazzo) hanno fissato una base d'asta di 200 milioni di dollari con un rilancio minimo di 2 milioni.

Le offerte dovranno arrivare ai curatori entro il 19 luglio. Viene messa all'asta il 'Ramo d'Azienda Shipping': 7 portarinfuse e 6 navi cisterna, inclusi, tra le altre cose, i contratti di lavoro del personale marittimo e portuale. Sono esclusi il Trattamento di fine rapporto e i surplus assets, cioè le disponibilità liquide, i circolanti, i crediti, le attività finanziarie, i beni mobili, gli arredi e le attrezzature delle sedi aziendali.

Rbd Armatori aveva un'esposizione finanziaria di 890 milioni con diversi istituti di credito italiani e stranieri. L'estate scorsa questo debito era stato rilevato da Pillarstone Italy, mossa che aveva sorpreso il cluster armatoriale e spinto Confitarma a stigmatizzare la mossa come una pesante aggressione finanziaria.