|
Porto di Napoli
17 ottobre 2018, Aggiornato alle 17,08
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

Trasversale tirrenico-adriatica, accordo tra le AdSP del Tirreno Centro-Settentrionale e dell'Adriatico Centrale

L'obiettivo principale dell'intesa è l'integrazione delle connessioni marittime verso Spagna, Croazia centrale e meridionale, Montenegro, Albania e Grecia

Venerdì scorso a Civitavecchia è stato sottoscritto un accordo di collaborazione tra l'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro-Settentrionale, che gestisce i porti di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta, e l'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale, che amministra i porti di Ancona, Falconara, Pescara, Pesaro, San Benedetto del Tronto e Ortona.

L'accordo, che è stato sottoscritto alla presenza del viceministro ai Trasporti, Riccardo Nencini, e del vicepresidente del Parlamento europeo, David Sassoli, rientra nell'ambito della strategia della Macroregione adriatico-ionica e dell'accordo istituzionale tra le Regioni Abruzzo e Lazio e intende integrare la rete infrastrutturale comunitaria con una trasversale mediterranea, un "land bridge" territoriale che colleghi il Tirreno centro-settentrionale e l'Adriatico centrale, con particolare riferimento all'integrazione delle connessioni marittime verso Spagna, Croazia centrale e meridionale, Montenegro, Albania e Grecia.

Si comincerà con la predisposizione di un piano di sviluppo progettuale al fine di incrementare i traffici, lo sviluppo economico e l'agilità degli scambi commerciali tra i porti rientranti nelle circoscrizioni delle Autorità di Sistema coinvolte. A partire dal piano le due AdSP collaboreranno negli ambiti dei servizi portuali, della comune azione di promozione dei porti verso le istituzioni comunitarie e della ricerca congiunta di finanziamenti comunitari. L'accordo assegna rilevante importanza anche al tema della formazione, con la volontà di aprire la collaborazione verso gli istituti nautici regionali.