|
napoli 2
15 aprile 2021, Aggiornato alle 20,52
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Trasporto fluviale, ecco gli incentivi

Lo stanziamento punta a valorizzare le vie navigabili interne per sviluppare una movimentazione di merci più sostenibile per l'ambiente


È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale numero 6 del 9 gennaio 2021 l'avviso di pubblicazione sul sito web del Mit del Decreto ministeriale del 29 ottobre 2020 che stabilisce incentivi per "la valorizzazione del trasporto di merci per vie navigabili interne e vie fluvio-marittime ai fini del miglioramento ambientale e dello sviluppo di forme più sostenibili di trasporto di merci". 

Per questo idrobonus sono disponibili venti milioni di euro nell'arco di tre anni: due milioni per il 2020 e cinque per il 2021 e 2022. Il contributo riguarda sia il trasferimento delle merci sulle vie navigabili, sia l'acquisto o il potenziamento delle imbarcazioni.

Per le modalità di trasferimento sono stanziati 5,7 milioni di euro nel triennio, destinati sia agli armatori (40%), sia ai proprietari delle merci (60%). Il contributo consiste in un importo massimo di 0,018 euro per ciascuna tonnellata metrica imbarcata moltiplicato per i chilometri via strada evitati sulla rete autostradale o stradale italiana. Per i trasporti eccezionali si considerano le tonnellate equivalenti alla capacità della stiva.

In merito all'incremento o al potenziamento della flotta, il Decreto assicura contributi per migliorare le prestazioni ambientali di navi, spintori e chiatte già esistenti – tramite la riduzione dei consumi di carburante, miglioramento dell'idrodinamica e ottimizzazione dell'energia a bordo – ma anche per integrare il trasporto fluviale nel trasporto intermodale. 
 

Tag: navi