|
napoli 2
28 febbraio 2020, Aggiornato alle 15,45
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

speciale1

Tevere navigabile, criticità e prospettive. Conferenza a Roma

Appuntamento il 26 febbraio presso il Circolo Ufficiali "Caio Duilio". Interverrà il presidente dell'Istituto Italiano di Navigazione, Palmira Petrocelli


Il Tevere tra storia, degrado attuale e prospettive future di navigabilità sarà al centro della conferenza che si terrà mercoledì 26 febbraio a Roma presso il Circolo Ufficiali M.M. "Caio Duilio" (Lungotevere Flaminio 45). Registrazioni alle 17.30 ed inizio lavori alle 18. Interverranno il presidente dell'Istituto Italiano di Navigazione, Palmira Petrocelli, e rappresentanti dell'URIA, Unione Romana Ingegneri Architetti.

Un po' di storia…
Il Tevere è stato nei secoli la via che ha permesso a Roma di diventare "Caput mundi" ed ha contribuito alla grandezza della città, sviluppando intorno a sé una fiorente economia, regolata da norme quali, ad esempio, Gli Statuti del XV secolo, che saranno commentati dall'autore del libro La dogana di Ripa e Ripetta.

Il Tevere è stato l'arteria che ha messo in comunicazione Roma e il mare, consentendole di diventare una città "marittima", il porto di Ripa fu pienamente funzionante fino a tempi relativamente recenti, il ponte ferroviario in ferro, inaugurato da Pio IX nel 1864, aveva la campata centrale sollevabile per permettere il transito dei velieri di grossa mole. Successivamente, il porto fu spostato immediatamente a valle di questo ponte ed ha funzionato fino a prima della II guerra mondiale, cioè fino alla fine degli anni 30.

Il Tevere oggi e domani
Da allora è iniziato il declino del Tevere, "ma noi come Istituto Italiano della Navigazione – spiega Palmira Petrocelli – non ci rassegniamo a vederlo ridotto ad un semplice corso d'acqua sporco e senza vita, pertanto condividiamo ed appoggiamo i progetti per la sua rinascita come l'istituzione di un Parco Fluviale, la sua navigabilità e il Museo del Mare".
 

Tag: :.ambiente