|
Porto di Napoli
19 dicembre 2018, Aggiornato alle 12,49
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Logistica

Terminal crociere, in tre anni 200 milioni di investimenti

Da quest'anno si torna a crescere con i passeggeri a bordo delle navi. Ancora di più nel 2019. I dati di Risposte Turismo

Francesco di Cesare

Sono 49 i terminal crocieristici italiani e sono gestiti da 22 soggetti. Nei prossimi tre anni, tra il 2019 e il 2021, spenderanno circa 200 milioni in investimenti, di cui tre quarti in infrastrutture. Lo rende noto Risposte Turismo che venerdì, a Trieste, nel corso del suo forum annuale (Italian Cruise Day), ha raccontato una realtà, quella crocieristica, che torna a macinare passeggeri.

L'anno prossimo saranno 11,85 milioni i passeggeri a bordo delle cruiser che sbarcheranno nei porti nostrani, in crescita del 6,8 per cento sulle stime - già positive – del 2018, tenendo presente che negli ultimi anni si è assistito a un leggero calo complessivo. Dati più ottimisti di Cemar, raccogliendo i dati di 34 porti italiani, praticamente la totalità (98%) del traffico crocieristico nazionale e l'87 per cento delle toccate nave. «Dopo molti anni di attesa, si sposta sui 12 milioni di passeggeri movimentati nei porti italiani il nuovo traguardo a cui guardare per governo e ministeri competenti, amministrazioni pubbliche, compagnie di crociera, porti e altri operatori. Nel fare programmi, decidere investimenti, impostare strategie», commenta Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo.

2019: podio porti crocieristici per passeggeri movimentati
Civitavecchia 2,56 milioni (+4,5%)
Venezia 1,49 milioni (+1,4%)
Genova 1,3 milioni circa (+30% circa)

Ai piedi del podio, in forte crescita, il porto di Napoli con 1,23 milioni di passeggeri (+12,6%), e Savona, dove sono in corso lavori di miglioramento delle infrastrutture con 885 mila passeggeri movimentati attesi (-1,3%).

2019 porti crocieristici per toccate nave
Civitavecchia 827 (+7%) 
Venezia 530 (+7%) 
Napoli 445 (+17%)

Un passeggero su cinque passa per Civitavecchia, che crescerà in particolare quanto a imbarchi e sbarchi affermando il proprio doppio ruolo di home port e porto di transito. Venezia è sempre seconda ma pesa l'incognita delle nuove disposizioni di traffico della Capitaneria. Genova potrebbe battere il suo record storico superando il milione di passeggeri, grazie all'incremento della presenza di MSC Crociere (con, tra l'altro, l'arrivo delle nuove unità MSC Bellissima e MSC Grandiosa), cui si aggiunge il ritorno di Costa Crociere con Costa Fortuna.Catania e La Spezia saranno tra i porti che crescernano di più.

Nel 2019 la prima regione d'Italia per traffico passeggeri sarà la Liguria che supererà la soglia dei 3 milioni di passeggeri - La Spezia dovrebbe raggiungere i 700 mila passeggeri movimentati crescendo di ben il 48,9 per cento.

A fine 2019 saranno quattro le Autorità di sistema portuale che movimenteranno un milione di crocieristi. La prima è quella del Tirreno Centro-Settentrionale (Civitavecchia).

Tag: crociere