|
Porto di Napoli
17 gennaio 2019, Aggiornato alle 14,03
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

Tarros, alla Spezia concessione per 40 anni

Il terminal multipurpose ligure sarà ampliato di 79mila metri quadri


Al gruppo Tarros è stata rinnovata per altri 40 anni la concessione relativa al Terminal del Golfo della Spezia. L'intesa, sottoscritta dal presidente dell'Autorità portuale spezzina, Lorenzo Forcieri, e dal presidente del gruppo Tarros, Alberto Musso, riguarda l'attuale area di 42.506 metri quadri occupata dal terminal multipurpose oltre ad un'area di 79mila metri quadri dove verranno realizzati gli ampliamenti previsti per il terzo bacino portuale, in conformità al Piano Regolatore Portuale. Sono previsti investimenti di carattere infrastrutturale stimati in circa 44,5 milioni di euro oltre a quelli per equipment di circa 60 milioni di euro in fase di avviamento e 350 milioni di euro a regime.

La società Terminal del Golfo si è impegnata ad assume l'onere della realizzazione delle opere con il coinvolgimento della società Limar del gruppo turco Arkas e dell'agenzia marittima Fratelli Cosulich. La previsione occupazionale prevede a conclusione del periodo di avviamento circa 545 dipendenti, contro gli attuali 182, divisi tra occupati diretti, indiretti e relativi all'indotto.