|
Porto di Napoli
18 dicembre 2018, Aggiornato alle 16,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

Taranto, pubblicato bando concessione per il Polisettoriale

45 giorni per le osservazioni. Due i consorzi candidati per ripristinare il molo dedicato al trasbordo


Il presidente dell'Autorità di sistema portuale (Adsp) dello Ionio, Sergio Prete, ha pubblicato l'avviso pubblico per le istanze di concessione (ex articolo 18 legge 84/94) per il molo Polisettoriale. Entrambe pervenute a novembre nel giro di due settimane, si tratta del Consorzio Southgate Europe Terminal (Zeta System Spa e Taranto Iniziative Produttive) e di South Marine Gate (Castiglia, Compagnia Portuale, Malucla e Quadrato Divisione Industria). Si candidano per gestire una banchina che fino al 2015 gestiva un importante traffico di trasbordo che negli anni è declinato fino a scomparire. Dopo i lavori di allungamento e dragaggio, completati a giugno ed inaugurati ad agosto insieme al ministro per la Coesione territoriale, Claudio De Vincenti, il bando vuole far ripartire le attività.
 
L'avviso pubblico si trova sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea e della Repubblica Italiana, presso il Comune di Taranto e nella Capitaneria di porto locale. Domande, opposizioni e osservazioni, fa sapere l'Adsp, dovranno arrivare entro 45 giorni. «Dovranno avere ad oggetto l'occupazione e l'uso, totale o parziale, del compendio molo polisettoriale nello stato di fatto in cui si trova. Ciò – afferma l'Adsp ionica - per le finalità di sviluppo dei traffici commerciali e della logistica con particolare riferimento alla movimentazione dei contenitori unitamente alla movimentazione di merce varia e ro-ro, conformemente alla funzione d'uso indicata nel piano regolatore portuale adottato». 
 
Il molo polisettoriale è stato utilizzato fino al 2015 da Taranto Container Terminal, partecipata da Evergreen ed Hutchinson, per il trasbordo. La società è poi andata in liquidazione e i circa mezzo migliaio di lavoratori sono ora gestiti dalla neonata Agenzia del lavoro, fondata a settembre scorso e gestita dall'autorità portuale.