|
adsp napoli 1
01 luglio 2022, Aggiornato alle 18,27
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Stabilità navi ro-pax, il Consiglio Europeo propone nuovi requisiti

La modifica della direttiva, da sottoporre al Parlamento Ue, è stata elaborata in coerenza con le norme recentemente aggiornate dall'Imo


Il Consiglio Europeo ha adottato ieri la propria posizione sul rafforzamento dei requisiti di stabilità delle navi per il trasporto di passeggeri e rotabili. L'obiettivo è quello di aumentare il livello di sicurezza delle navi ro-pax nell'ambito dell'attuale revisione della direttiva europea n. 25 del 14 aprile 2003 sui requisiti specifici di stabilità per queste navi.

La proposta di modifica della direttiva è stata elaborata in coerenza con le norme internazionali in materia di stabilità in condizioni di avaria per le navi passeggeri recentemente aggiornate dall'International Maritime Organization (Imo) nella convenzione SOLAS 2020. L'Imo introduce un nuovo regime per valutare le possibilità di sopravvivenza delle navi ro-pax in condizioni di avaria e nuovi requisiti associati. 

Le nuove norme internazionali appaiono tuttavia insufficienti alla luce dei requisiti già in vigore nell'Ue per le nuove navi di piccole dimensioni, motivo per cui la proposta prevede il mantenimento di requisiti di sicurezza di livello equivalente a quello previsto dal diritto comunitario vigente.

La proposta mira inoltre a rafforzare i requisiti di ingresso nella flotta nell'Unione per le grandi navi esistenti che non sono ancora state certificate nell'Unione. Il testo del Consiglio ha mantenuto l'orientamento generale della proposta della Commissione, ad eccezione della proroga del termine di recepimento da 12 a 24 mesi, in linea con la posizione del Consiglio. L'orientamento generale adottato oggi consentirà alla Presidenza del Consiglio di avviare negoziati con il Parlamento europeo (trilogues) una volta che quest'ultimo avrà adottato la sua posizione.
 

Tag: ue