|
adsp napoli 1
20 aprile 2024, Aggiornato alle 20,22
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Siracusa nell'Autorità di sistema portuale della Sicilia Orientale

Con il via libera del Senato ora manca solo il sì della Camera, dato per scontato. Il sistema di Augusta, Catania e Pozzallo si allarga con la rada di Santa Panagia

L'isola di Ortigia, di fronte Siracusa

Via libera del Senato all'emendamento bipartisan per inserire il porto di Siracusa, per la precisione la rada di Santa Panagia e del Porto Grande, nell'Autorità di sistema portuale (Adsp) della Sicilia Orientale, che già gestisce i porti di Augusta, Catania e Pozzallo. Il prossimo passo è l'ok all'emendamento da parte della Camera per l'approvazione definitiva che allargherà così l'Adsp siciliana.

Il porto di Siracusa è composto da un'insenatura costiera e da un'isola, Ortigia, patrimonio dell'umanità Unesco, collegata alla terraferma con due ponti. Il Porto Grande è una delle tre distinte aree portuali che formano il porto. Le altre sono Porto Marmoreo, che si trova al versante opposto di Porto Grande, sull'isola di Ortigia, e Porto Rifugio, a nord della città di Siracusa, oltre capo Santa Panagia, nella rada omonima.

L'inclusione del porto di Siracusa rappresenterebbe quindi un naturale completamento del sistema portuale della sicilia orientale, secondo il presidente dell'Adsp, Francesco Di Sarcina.  «Credo - ha affermato in una nota commentando il passaggio in Senato - sia un esempio di buona politica, concentrata sugli interessi del territorio, senza steccati o contrapposizioni legate alle diverse appartenenze. Sono molto contento che abbiano preso la decisione in tempi rapidi così da consentirmi, una volta espletate le varie formalità di rito legate al passaggio delle consegne, di attivarmi per il bene del porto di Siracusa, al più presto».

-
credito immagine in alto

Tag: sicilia