|
napoli 2
01 ottobre 2020, Aggiornato alle 18,41
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Salgono a 334 le candidature per le Autorità di sistema portuale

L'avviso non è un bando né ha valore concorsuale, serve a raccogliere semplicemente i candidati che il ministero sceglierà


Sono 334 le manifestazioni di interesse arrivate al ministero dei Trasporti per l'incarico di presidente di una delle 15 "Autorità di sistema portuale" nate con la riforma della legge 84/94. Lo rende noto lo stesso dicastero.

Le proposte di candidatura sono state inviate in seguito alla call internazionale voluta dal dicastero guidato da Graziano Delrio. L'avviso, sia chiaro, non è un bando, né un concorso ma un "contenitore" che permetterà al governo di nominare i presidenti sulla base di quanti più candidati possibili. Per la raccolta di manifestazioni di interesse richiama il decreto legislativo su Riorganizzazione, razionalizzazione e semplificazione della disciplina concernente le autorità portuali di cui alla legge 28 gennaio 1994, n. 84, pubblicato in Gazzetta ufficiale il 31 agosto 2016, che ha riorganizzato oltre cinquanta porti di interesse nazionale e Autorità portuali.

Come prevede il decreto, il presidente di ciascuna Autorità di sistema portuale deve avere «comprovata esperienza e qualificazione  professionale nei settori dell'economia dei trasporti e portuale».

Nella maggior parte delle 334 proposte è prevalente l'indicazione di interesse per tutte le 15 Autorità di sistema portuale, non per una singola specifica. Scelto il candidato, Delrio procederà, secondo i tempi previsti dal decreto, alla designazione d'intesa con i governatori delle Regioni interessate, sentite le Commissioni parlamentari.

Il ministero ricorda che la raccolta di manifestazioni di interesse non ha natura concorsuale e che la documentazione ricevuta costituisce una banca dati a disposizione del ministro.