|
napoli 2
29 ottobre 2020, Aggiornato alle 08,34
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture - Logistica

Rotterdam sperimenta la blockchain per il ritiro container

Cominciati nel porto olandese i test per sostituire il sistema con codice pin usato degli autotrasportatori con un segnale digitale


A luglio è cominciata nel porto di Rotterdam la sperimentazione operativa della Secure Container Release per sostituire il sistema con codice pin di ritiro container da parte degli autotrasportatori con un segnale digitale. I test dureranno fino a settembre e coinvolgono terminalisti, compagnie marittime e spedizionieri: Cma-Cgm, Hapag-Lloyd, Msc, One-Line, Hutchison Ports Ect Rotterdam, Rotterdam Fruit Wharf, Milestone Fresh, Vto, Portmade, nonché lo sviluppatore di applicazioni T-Mining. 

Nel corso di questa sperimentazione, i diritti di prelievo per l'importazione di container saranno convertiti da un codice pin in un token digitale con l'aiuto di un'applicazione blockchain. Il token è una sorta di autorizzazione digitale che può attraversare i diversi anelli della filiera e la tecnologia blockchain impedisce che sia rubata o copiata lungo il percorso. Per ogni spedizione c'è un solo token e il terminalista può verificare che sia consegnato all'autista giusto. Inoltre, il sistema non rivela all'attuale detentore del token chi lo aveva avuto prima, evitando così la divulgazione d'informazioni commerciali.