|
adsp napoli 1
18 maggio 2024, Aggiornato alle 18,37
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Politiche marittime

Rincaro concessioni portuali, Salvini propone calcolo Istat unitario

Il ministro delle Infrastrutture invia alla Commissione europea uno schema normativo per rendere più omogeneo - e sostenibile per le imprese - i calcoli sugli adeguamenti dei prezzi

(Susan Bell/Flickr)

Applicare una misura unitaria degli incrementi Istat, invece di calcolare l'aumento dei canoni di concessione portuale facendo una media sul paniere tra i prezzi all'ingrosso e i prezzi al dettaglio, come si applica in altri contesti. Lo chiede a Bruxelles il ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, che ha inviato alla Commissione europea una proposta di schema normativo che mira a rendere più omogeneo e sostenibile questo calcolo dell'incremento Istat, scongiurando un aumento delle tariffe per le concessioni portuali diventato insostenibile quest'anno per le imprese portuali, principalmente terminalisti.

«A dicembre scorso, in linea con gli indici Istat, i canoni concessori erano aumentati del 25», scrive il ministero delle Infrastrutture in una nota. «L'aggiornamento del canone è stato però applicato in maniera disomogenea sul territorio nazionale, con gravi effetti sulla concorrenza tra concessionari operanti in porti gestiti da diverse Autorità portuali. Pertanto, l'ipotesi normativa, inviata a Bruxelles, precisa che l'aggiornamento dei canoni portuali dovrà essere calcolato solo utilizzando come riferimento la misura unitaria degli incrementi Istat».

-
credito immagine in alto