|
napoli 2
27 settembre 2021, Aggiornato alle 13,33
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Rifornimento gas mercantili, prossimo passo l'addio alle accise

Dopo l'ok dei Vigili del Fuoco, presto verrà applicata l'esenzione dell'imposta, allineando questo rifornimento a quello tradizionale

(Trafigura Images/Flickr)

Assocostieri saluta con favore l'approvazione, da parte del comitato tecnico-scientifico dei Vigili del Fuoco, della guida tecnica per il rifornimento in porto delle navi a gas naturale liquefatto (GNL o LNG). Il documento, ufficializzato la settimana scorsa, ha tenuto conto delle osservazioni degli operatori e dei gestori dei depositi costieri di GNL, tra cui anche quello della stessa associazione tramite Giampietro Boscaino, direttore regionale della Basilicata dei Vigili del Fuoco.

Per Assocostieri la guida è solo il primo passo, ci sono ancora dei colli di bottiglia da eliminare, come l'esenzione dell'accisa tramite l'applicazione del regolamento adottato con il decreto del ministero dell'Economia del 15 dicembre 2015, n. 225. Un adeguamento di prossima adozione che permetterà di allineare il rifornimento di gas a quelli tradizionali sul piano del diritto comunitario (Direttive 2003/96/CE e 2008/118/CE) e dal Testo Unico in materia ambientale (al punto 3 della tabella A allegata al D. Lgs. n. 504/1995). Si parla qui di rifornimenti diversi dal diporto, quindi per le navi mercantili.

«È importante che l'applicazione di una previsione che discende da fonti normative primarie ed europee – spiega Diamante Menale, presidente di Assocostieri – trovi applicazione nella normativa secondaria, in questo caso i regolamenti del MEF, per non lasciare spazio a dubbi interpretativi e non pregiudicare le operazioni dei diversi operatori che stanno avviando le operazioni di bunkeraggio GNL tra il 2021 ed il 2022».

-
credito immagine in alto

Tag: ambiente - lng