|
napoli 2
28 marzo 2020, Aggiornato alle 10,53
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

speciale1

RBD Armatori vara nuova "capesize" in Cina

Prosegue il programma di potenziamento della flotta Rizzo-Bottiglieri-De Carlini Armatori. In arrivo nei prossimi due anni altre 17 nuove unità nelle varie tipologie di taglia sia per il carico secco che liquido


Dal cantiere navale Zhoushan Jinhaiwan Shipyard di Daishan (Shanghai) arriva "Ugo De Carlini", nuova capesize bulk carrier, gemella della "Roberto Rizzo", costruita per Rizzo-Bottiglieri-De Carlini Armatori. Si tratta di un'unità da 176 mila tonnellate di stazza, lunga 292 metri e larga 45 con 9 stive. Insieme alla gemella, è la bulk carrier più grande della Marina Mercantile italiana e sarà adibita al trasporto di carico secco (minerali di ferro, carbone) sulle rotte intercontinentali.
Alla consegna era presente tutto il board del gruppo armatoriale di Torre del Greco che mette a segno, in pochi mesi, il terzo varo dopo la capesize "Roberto Rizzo" e la post-panamax "Giuseppe Mauro Rizzo".
Nel corso della cerimonia, l'amministratore delegato e direttore generale della Rbd Armatori S.p.A., Giuseppe Mauro Rizzo, ha sottolineato l'importanza di questo varo con cui prosegue la fase di sviluppo diversificato della flotta di proprietà iniziata lo scorso ottobre con il varo della "Roberto Rizzo".
Il nome della nuova nave è stato dedicato al Consigliere di Amministrazione ed uno dei fondatori della Compagnia Rizzo-Bottiglieri-De Carlini Armatori.
Madrina della Cerimonia di battesimo è stata Orsola Bottiglieri De Carlini.
Tra i presenti il console di Shanghai Francesco Varriale e dall'Italia il generale Carlo Gualdi, il rettore dell'Università Parthenope di Napoli Gennaro Ferrara, il presidente di Confitarma Nicola Coccia ed il broker d'assicurazioni Francesco Saverio Poliseno.
Il programma di sviluppo di Rbd punta a una presenza sempre più significativa nel traffico intercontinentale da e per la Cina. Per i prossimi due anni è prevista la costruzione e la messa in attività di altre diciassette navi di varia tipologia e taglia per il trasporto di rinfuse secche e di prodotti petroliferi, che sono già state commissionate a cantieri cinesi e giapponesi. «Questo importantissimo impegno – spiega la compagnia - è stato assunto dall'antico gruppo armatoriale Rbd con fiducia nel futuro, confidando nella professionalità e nella sensibilità imprenditoriale dei giovani leader della famiglia che avanzano nella guida dell'azienda».
Nella foto: Giuseppe Mauro Rizzo e l'imponente sagoma della nuova unità varata.