|
Porto di Napoli
14 dicembre 2018, Aggiornato alle 15,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Politiche marittime

Primi passi verso l'autorità portuale dello Stretto

Approvato emendamento in Commissione Trasporti del Senato


Con un emendamento approvato dalla Commissione Trasporti del Senato, la quindicesima autorità di sistema portuale inizia a fare capolino. Dovrebbe chiamarsi "Autorità di sistema portuale dello Stretto", include Villa San Giovanni, Messina, Milazzo e Reggio Calabria. Fuori il porto di Gioia Tauro, che farà autorità portuale a parte, in linea con le direttive del ministero dei Trasporti stabilite dopo l'estate. Sono gli ultimi porti che, a due anni dalla riforma dei porti, sono ancora commissariati.

«Oggi abbiamo mantenuto un'altra promessa: la sedicesima Autorità di sistema portuale dello Stretto, che comprende Messina, Milazzo, Villa San Giovanni e Reggio Calabria, si farà», afferma la senatrice del Movimento 5 Stelle Barbara Floridia. In realtà si tratterà della quindicesima autorità di sistema portuale. Gioia Tauro sarà la sedicesima.

Ora l'emendamento approda in Parlamento. «È un importante risultato, non solo per Messina, che per lungo tempo ha combattuto con noi, ma anche per Milazzo e per tutta l'intera area dello Stretto che, da questa scelta, uscirà rafforzata per la continuità territoriale e vedrà unite, sotto uno stesso organismo, le coste della Calabria e della Sicilia», conclude Floridia. 

Tag: porti