|
adsp napoli 1
02 dicembre 2022, Aggiornato alle 16,26
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Porto di La Spezia, 150 euro in più dai camion

Dal primo luglio l'autotrasporto applicherà una maggiorazione per recuperare sui costi di trasporto, dopo la sospensione dei tempi di carico e scarico voluta dai terminalisti e deliberata dall'autorità portuale

Il La Spezia Container Terminal

L'autotrasporto portuale di La Spezia si fa sempre più complicato, tra tempi di carico e scarico ridotti e, ultimo, un rincaro di 150 euro per viaggio applicato dalle aziende di autotrasporto. La maggiorazione, spiegano le associazioni Cna Fita, Anita, Confartigianato Trasporti, Trasportounito e Assotir, serve per recuperare i costi di congestione. Verrà applicata dal primo luglio, fino a quando «non verranno ripristinate le condizioni ottimali di operatività per il settore del trasporto».

L'iniziativa, quindi, è una risposta alla decisione di maggio scorso dell'autorità portuale di sospendere le regole sperimentali sulla sosta e la viabilità dei mezzi pesanti in porto, in attesa di una nuova ordinanza definitiva. La sospensione è stata decisa in Comitato di gestione dell'Autorità di sistema portuale dopo che l'organismo di partneriato – l'assemblea propositiva degli operatori, quindi una decisione dei terminalisti in questo caso – aveva bocciato l'ordinanza sperimentale. 

La Spezia Container Terminal, il principale terminal di riferimento di La Spezia per l'autotrasporto, ha chiesto un tavolo tecnico per pianificare una logistica più fluida soprattutto fuori dai terminal. «Manca a monte una pianificazione integrata», scrive in una nota. La gran parte dei camion, afferma, viene gestita dal terminal in un'ora e i rallentamenti accadrebbero fuori la sua area di gestione, tra ingresso e uscita dal porto. La maggiorazione di 150 euro, secondo il La Spezia Container Terminal, rischia di incidere più sulla committenza, quindi sulla competitività dello scalo, che sui terminal.