|
napoli 2
10 agosto 2020, Aggiornato alle 19,36
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Porto di Gioia Tauro abbatte i canoni fino al 95 per cento

Pubblicato sul sito dell'Autorità portuale la modulistica per richiedere lo sgravio, proporzionato alla perdita di fatturato tra gennaio e giugno e tra agosto e dicembre

La grande banchina del porto di Gioia Tauro

Sono attive le procedure di richiesta per ottenere la riduzione dei canoni demaniali marittimi nei porti di Gioia Tauro, Taureana di Palmi, Corigliano Calabro e Crotone. L'Autorità portuale di Gioia Tauro, in conformità a quanto disposto dal Decreto Rilancio, convertito in legge il 17 luglio (n. 77), ha pubblicato sul suo sito il regolamento, con relativa modulistica, per richiedere l'applicazione delle misure agevolative a sostegno dell'economia di settore. L'Authority, guidata dal commissario Andrea Agostinelli, ha disposto l'abbattimento del canone annuale fino a un massimo del 95 percento.

La pagina con la modulistica

I titolari di concessione demaniale marittima potranno ottenere una riduzione pari all'entità della perdita economica fatturata subita nell'anno in corso, rapportandola a due specifici intervalli temporali: tra gennaio e giugno e tra agosto e dicembre, rispetto alla scorsa annualità. 

«Si tratta di una disposizione messa in atto per andare incontro alle realtà economiche presenti nelle aree portuali di propria competenza, che hanno subito un calo della produttività in questa particolare fase di contenimento della diffusione del Covid-19», informa l'Autorità portuale calabrese, l'unica ancora gestita col vecchio sistema pre-Autorità di sistema portuale.

L'Autorità portuale di Gioia Tauro ci tiene a precisare che, «per rispondere alle esigenze di semplificazione delle procedure burocratiche disposte dalla Pubblica Amministrazione, per andare incontro alle esigenze dell'utenza, il regolamento adottato all'ente prevede un iter snello ed una relativa modulistica, organizzata per velocizzare l'istruttoria e procedere, prontamente, alla concessione del relativo beneficio».