|
napoli 2
23 ottobre 2021, Aggiornato alle 18,41
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Porto di Civitavecchia, approvato bilancio previsione 2021

Dopo la bocciatura di dicembre (prima dell'arrivo di Musolino), il collegio dei revisori dei conti dà parere positivo

Forte Michelangelo a Civitavecchia, sede dell'autorità portuale

Il Comitato di Gestione dell'Autorità di sistema portuale del Tirreno Centro-Settentrionale, che fa capo a Civitavecchia, ha approvato il bilancio di previsione 2021, dopo la bocciatura di dicembre. Parere positivo, quindi, del collegio dei revisori dei conti. Un passo fondamentale per l'operatività del porto della Capitale, nel cui comitato manca ancora il rappresentante della Citta Metropolitana di Roma, dopo la rinuncia di Matteo Africano.

Inoltre, è stato approvato il rilascio di due concessioni demaniali per gli ultimi due stalli del mercato ittico di Porto Salvo a Gaeta.

Con un decreto del presidente del porto, Pino Musolino, è stata individuata una procedura di regolazione dello stato di crisi dell'Autorità, individuando nel piano di risanamento lo strumento per rintracciare le risorse finanziarie necessarie all'ottenimento del pareggio di bilancio per il rendiconto generale 2020 e il bilancio di previsione 2021. È stato stabilito di non fare ricorso alle previsioni di apporti di finanza nuova di cui al Decreto Rilancio 2020, perché considerate somme  scarsamente prevedibili e comunque frutto di provvedimenti ministeriali che verranno adottati in futuro.

Il piano di risanamento annulla il prospettato disavanzo finanziario dell'esercizio 2021 che era stimato in 4,5 milioni di euro, tramite l'attuazione del piano di ristrutturazione del debito e del credito. Nello specifico, per quanto riguarda la ristrutturazione del credito, la compensazione del debito Anas; sulla ristrutturazione del debito, la sospensione del rimborso delle quote capitale dei mutui Cassa Depositi e Prestiti. Inoltre, è previsto un piano di ristrutturazione del personale tramite la sospensione dell'erogazione del premio di produttività 2020; un piano di revisione del budget delle società di interesse economico generale (revisione del budget SIEG e definizione dei livelli minimi di servizio); infine, contrazione delle spese correnti.

Nella prossima seduta, che sarà convocata per il 29 aprile, il Comitato di Gestione discuterà il rendiconto generale del 2020.

Il presidente Musolino ha sottolineato come l'approvazione del bilancio di previsione è arrivata in soli quattro mesi dalla bocciatura iniziale, «frutto di un lavoro interno senza ricorso a sostegni statali o regionali, senza nuove tasse che avrebbero sicuramente avuto un effetto sulla capacità di sviluppo dei traffici e sulla competitività dei porti, quindi senza aver contratto nuovo debito, senza aver intaccato il consistente fondo rischi».

-
credito immagine in alto