|
adsp napoli 1
03 febbraio 2023, Aggiornato alle 09,44
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Porto di Cagliari, bonus impresa per i 190 portuali di CICT

L'Agenzie regionale per le politiche attive pubblica due avvisi per gli ex lavoratori Air Italy e Cagliari International Container Terminal

(Web Summit/Flickr)

L'Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro (ASPAL) ha pubblicato due avvisi che prevedono un bonus per la creazione di imprese, rivolti agli ex lavoratori Air Italy appartenenti al bacino dei 611 lavoratori della Sardegna e ai 190 lavoratori in esubero del Cagliari International Container Terminal del porto industriale. Entrambi questi gruppi sono già destinatari di misure di politiche attive, secondo gli accordi siglati tra le parti sociali, l'assessorato del Lavoro e l'ASPAL. L'intervento è stato reso possibile dal ricorso della Regione Sardegna al Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) per i lavoratori espulsi dal mercato.

Entrambi i bandi, a valere sulle risorse del FEG e cofinanziati con risorse regionali, prevedono un bonus per progetti di creazione di impresa. L'incentivo può essere cumulato tra più soggetti beneficiari qualora si costituiscano in forma societaria o cooperativa. Sono ammissibili al finanziamento le nuove iniziative imprenditoriali (lavoro autonomo o attività di impresa in forma singola e/o associata) per la produzione di beni nei settori: industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli, fornitura di servizi alle imprese e alle persone, commercio di beni e servizi, turismo e la promozione culturale. Si tratta di un avviso "a sportello": le domande saranno esaminate in ordine di arrivo fino a esaurimento delle risorse e potranno essere presentate dalle ore 9 del 15 gennaio 2023 fino alle ore 12 del 31 marzo.

«Sosteniamo coloro che sono stati espulsi dal mercato del lavoro - afferma il governatore della regione, Christian Solinas - incentivando l'autoimprenditorialità. Attraverso un contributo economico a fondo perduto, a copertura dei costi di avviamento e gestione, favoriamo la creazione di nuove imprese nel tessuto produttivo regionale o nel mercato virtuale».

«Attingiamo al FEG - spiega l'assessore al Lavoro della Regione Sardegna, Ada Lai - in soccorso dei lavoratori e delle lavoratrici che hanno perso il lavoro a seguito di mutamenti strutturali del mercato. L'autoimpiego è una grande opportunità per la creazione di occupazione, per mettersi in proprio o avviare una piccola attività imprenditoriale. Gli ammessi al contributo non saranno lasciati soli nella realizzazione del loro progetto imprenditoriale, ma saranno supportati dall'ASPAL con una specifica misura di assistenza all'autoimprenditorialità, che prevede la frequenza del percorso WeRentrepreneur, requisito indispensabile per l'ammissibilità della domanda».

-
credito immagine in alto