|
adsp napoli 1
10 agosto 2022, Aggiornato alle 19,39
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Porto di Brindisi, briccole per l'ormeggio in andana

Firmato un appalto da 6,4 milioni per realizzare in dieci mesi sei strutture fondamentali per migliorare la capacità di accoglienza. Settimana prossima via al cantiere

Un render delle briccole che verranno installate nel porto di Brindisi

Questa mattina il presidente dell'Autorità di sistema portuale dell'Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi, ha firmato digitalmente il contratto di appalto integrato per la progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di "potenziamento degli ormeggi navi ro-ro a costa morena ovest – realizzazione di un pontile con briccole nel porto di brindisi", affidando, pertanto, i lavori all'associazione temporanea di imprese composta da Venna, in qualità di mandataria, e da Research Consorzio Stabile scarl, in qualità di mandante e ausiliaria, con la società Duomi indicata per la redazione del progetto.  

L'intervento servirà soprattutto a permettere l'ormeggio in andana, l'ormeggio di poppa o di prua con la nave perpendicolare alla banchina, che riduce gli ingombi della nave e aumenta i punti di approdo. In assenza di briccole generalmente l'ormeggio in andana è possibile tenendo "in posizione" la nave, ossia ferma con le ancore di prora. Attualmente un'ordinanza della Capitaneria di Porto di Brindisi vieta l'ormeggio in andana in caso di vento forza 8. Quando il mare sarà cattivo, quindi, attraverso le briccole il porto di Brindisi si lascerà alle spalle questo limite.

Il costo complessivo dell'opera è di 6,4 milioni di euro, finanziato con i fondi POC PUGLIA 2014-2020 – POR PUGLIA 2014-2020. Consiste nella infissione in mare, nel porto medio, di sei briccole: la prima, lato terra posta a 17 metri dall'attuale banchina (Costa Morena Ovest); le quattro successive poste ad intervalli di 30 metri; l'ultima, lato mare, posta a 60 metri dalla precedente. Le briccole saranno collegate tra loro da una passerella metallica, per consentire il solo accesso agli ormeggiatori.

Superate le verifiche e i contenziosi, che hanno comportato uno slittamento dei tempi, giunge finalmente a conclusione l'iter procedurale per la realizzazione di un'opera fondamentale per garantire la sicurezza, nelle fasi di ormeggio, nel porto di Brindisi. L'importo totale dell'appalto è di circa 6,4 milioni di euro, di cui oltre 57,400 per la progettazione esecutiva e circa 176 mila di oneri per la sicurezza. La prossima settimana il dipartimento tecnico dell'autorità portuale consegnerà l'appalto, il cui cantiere durerà circa dieci mesi.

«Abbiamo aspettato che si completassero tutte le verifiche previste dalla legge, adesso si può finalmente partire con la realizzazione di un'opera che riveste carattere di urgenza per il porto di Brindisi», commenta Patroni Griffi. «In meno di un anno – continua - riusciremo ad innalzare  notevolmente gli standard di sicurezza degli operatori. Inoltre, la passerella di collegamento delle  briccole consentirà agli ormeggiatori di svolgere le attività in completa sicurezza. Dotare il porto di un'infrastruttura così performante e dal minimo impatto ambientale produrrà un altro effetto: l'aumento del traffico dei rotabili e quindi delle autostrade del mare. Le ricadute economiche per il retro-porto e per l'intero territorio saranno rilevanti».