|
napoli 2
27 novembre 2021, Aggiornato alle 09,59
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Porti di Genova e Savona, nel 2023 sovrattassa sulle merci

Comitato di gestione approva bilancio di previsione 2022 da un miliardo di investimenti. Deliberati gli indennizzi da ricevere per il crollo del Morandi e quelli da dare alla compagnia portuale di Savona


Entrate (e uscite) senza precedenti previste il prossimo anno per il sistema portuale di Genova e Savona, che nel 2023 inserirà la sovrattassa sulle merci in importazione ed esportazione e si prepara a ricevere gli indennizzi di Autostrade per L'Italia per il crollo del ponte Morandi, oltre ad averli erogati per la compagnia portuale di Savona. 

Venerdì il Comitato di gestione dell'Autorità di sistema portuale della Liguria Occidentale ha approvato il bilancio di previsionale 2022. Le previsioni di entrata sono pari a poco più di un miliardo di euro, con interventi di spesa per 1,1 miliardi e un avanzo di gestione negativo per 86,3 milioni che ha ulteriormente contribuito alla riduzione degli avanzi di amministrazione, scesi da circa 300 milioni del 2017 a 55,8 milioni previsti nel 2022.

Le entrate in conto capitale sono pari a 986 milioni, largamente derivanti da trasferimenti dello Stato: 621,8 milioni, di cui 600 milioni per il finanziamento dello spostamento e allargamento della diga foranea di Genova da parte del ministero delle Infrastrutture per 61,3 milioni da trasferimenti dalla Regione Liguria. Sono inoltre previste operazioni finanziarie di mutuo per 302,8 milioni.

Sul fronte delle spese, il bilancio 2022 prevede spese correnti che ammontano a 78,2 milioni e spese in parte capitale per poco più di un miliardo. Sono previsti 23,6 milioni di spese per l'acquisizione di servizi di supporto tecnico (progettazioni, studi propedeutici e verifiche) e 30 milioni per interventi nell'area delle riparazioni navali.

Fra le spese in conto capitale più significative del programma ordinario figurano l'acquisizione delle aree VIO (5,3 milioni) per la realizzazione del terminal ferroviario annesso al porto di Savona Vado; l'ultima tranche di acquisizione di immobili nel quartiere Gheia a Vado Ligure (600 mila euro) così come previsto dall'accordo di programma stipulato dall'ex Autorità portuale di Savona nell'ambito della realizzazione della Piattaforma di Vado Ligure; il contributo pubblico a copertura del piano di investimenti propedeutico alla gara per la concessione del servizio dei bacini di carenaggio (10 milioni). 

Il Comitato di gestione ha disposto l'istituzione di una nuova sovrattassa sulle merci che, a decorrere dal 2023, sostituirà integralmente la precedente, in vigore dal gennaio 2004 e istituita dall'allora Autorità portuale di Genova. La nuova sovrattassa avrà un gettito previsto è di 11,8 milioni tra il 2023 e il 2027, da sottoporre a verifica ad ottobre 2022 per vedere che effetto ha avuto.

Il Comitato ha approvato la sottoscrizione dell'accordo fra Autostrade e Autorità di sistema portuale della Liguria Occidentale, unitamente a Regione Liguria e Comune di Genova, per gli indennizzi a seguito del crollo del ponte Morandi. È un accordo ratificato dal ministero delle Infrastrutture. Prevede un risarcimento da parte di ASPI di 75 milioni destinati ad agevolare l'accesso agli scali del sistema portuale. Altri 100 milioni sono destinati a progetti di mobilità che riguardano, fra l'altro, la realizzazione di aree buffer dedicate ai mezzi pesanti, sia di prossimità, sia remote, da posizionare lungo le tratte autostradali dirette ai due hub portuali. Questi interventi saranno accompagnati da investimenti tecnologici per migliorare la viabilità, lo spostamento dei mezzi pesante e le loro soste.

Infine, altri indennizzi sono stati approvati in favore della compagnia dei portuali "Pippo Rebagliati" di Savona. Circa 230 mila euro per le spese di reimpiego del personale non idoneo allo svolgimento delle operazioni portuali e un contributo di quasi 47 mila euro per le spese di formazione sostenute tra gennaio e luglio.

-
credito immagine in alto