|
napoli 2
05 agosto 2020, Aggiornato alle 18,46
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Ponte Morandi, Confetra: "Fronteggiare le ricadute sul lavoro"

La Confederazione propone al governo di alleggerire il carico fiscale per le aziende dell'area impegnate nella supply chain logistica


Nei giorni scorsi si è riunita a Genova la Giunta Confetra – Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica – convocata proprio nel capoluogo ligure per sottolineare la vicinanza dell'intero sistema confederale alla città e fronteggiare le criticità scaturite dal crollo del Ponte Morandi. Due le questioni sul tappeto: il tema della riorganizzazione del lavoro, collegata alla necessità di rimodulare le concrete operazioni di movimentazione e trasporto della merce in entrata ed in uscita dallo scalo, e quello economico istituzionale, incentrato sull'indispensabile sostegno richiesto al Governo per le imprese logistiche e portuali.

Sulla questione sindacale la Giunta ha infatti approvato una proposta di accordo da sottoporre al sindacato per favorire – nei settori di riferimento dei diversi CCNL coinvolti – maggiore flessibilità di orario lavorativo e contenimento degli extra costi in cambio dell'impegno a salvaguardare i livelli occupazionali nonostante la riduzione prevedibile dei volumi in transito.

Sul fronte economico del sostegno alle imprese, Confetra ha proposto al governo nei giorni scorsi un pacchetto strutturato di misure e di interventi volti ad alleggerire il carico fiscale e le corresponsioni concessorie per le aziende impegnate nella supply chain logistica (spedizionieri, autotrasportatori, corrieri, logistici, terminalisti, agenti marittimi e operatori ferroviari). Il tutto per l'intera durata dell'emergenza, prevedibilmente due anni, ed attraverso gli strumenti delle compensazioni forfettarie e delle detrazioni fiscali. 
 

Tag: morandi