|
adsp napoli 1
03 ottobre 2022, Aggiornato alle 12,17
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

P&O Ferries si ferma e licenzia 800 dipendenti

Decisione improvvisa senza preavviso. Fermi tutti i servizi marittimi tra Regno Unito ed Europa

Spirit of Britain, Pride of Canterbury e Pride of Kent ormeggiano al terminal crociere del porto di Dover nel Kent, 17 marzo 2022 (Gareth Fuller/PA Images/Getty Images)

Con una comunicazione interna, la compagnia marittima del Regno Unito P&O Ferries ha annunciato il licenziamento immediato di 800 dipendenti e la sospensione delle proprie attività.

La decisione arriva repentina, «dura», come ha detto la società, ma necessaria perché l'attività attuale, così com'è gestita, «non è redditizia». «Abbiamo registrato - afferma la società - una perdita di 100 milioni di sterline rispetto all'anno scorso, che è stata coperta dalla nostra società madre DP World. Questo non è sostenibile. Senza questi cambiamenti non c'è futuro per P&O Ferries». Almeno «per i prossimi giorni» i suoi servizi non saranno attivi, e stiamo parlando di un'importante compagnia che con i suoi traghetti collega l'isola del Regno Unito all'Europa, tra Dover, Calais, Boulogne, Zeebrugge, Rotterdam, Dublino, Le Havre, Portsmouth, fino a Bilbao.

Da quanto risulta dai marittimi interpellati, il licenziamento è stato comunicato senza ulteriori spiegazioni. «Non abbiamo ancora ricevuto alcun dettaglio ulteriore su ciò che offriranno», spiega Gary Jackson, ufficiale a tempo pieno e membro del sindacato RMT – che ha detto che è in atto un piano per sostiture gli attuali equipaggi con altri stranieri più economici - «possiamo vedere dalla nave due furgoni, uno con personale dell'agenzia e l'altro con quello che riteniamo essere personale di sicurezza per rimuoverci».

Tag: traghetti - lavoro