|
adsp napoli 1
24 maggio 2024, Aggiornato alle 11,44
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Politiche marittime

Pirateria, in leggero aumento gli attacchi al largo della Somalia

Negli ultimi tre mesi l'International Maritime Bureau ha ricevuto 33 incidenti segnalati dai mercantili, sei in più rispetto all'anno scorso

(European Union Naval Force Operation Atalanta/Flickr)

Aumentano gli attacchi di pirateria al largo della Somalia negli ultimi tre mesi, almeno stando agli ultimi dati dell'International Maritime Bureau (IMB). Tra gennaio e marzo scorsi sono stati registrati un totale di 33 episodi di pirateria e rapina a mano armata contro le navi mercantili, in aumento rispetto ai 27 episodi dello stesso periodo del 2023.

Dei 33 incidenti denunciati, 24 navi sono state abbordate, 6 hanno tentato un attacco, 2 sono state dirottate e su una è stato colpita da armi da fuoco. 35 i marittimi complessivi oggetto di violenze o feriti, di cui nove rapiti.

Il rapporto del primo trimestre evidenzia la continua minaccia di episodi di pirateria somala con due dirottamenti segnalati. Inoltre, una nave è stata attaccata, abbordata e segnalata per un tentativo di avvicinamento. Questi incidenti sono stati attribuiti ai pirati somali, dimostrando una discreta capacità di aggressione anche verso navi che navigano a lunga distanza dalle coste somale. Una nave portarinfuse battente bandiera del Bangladesh è stata dirottata il 12 marzo e i suoi 23 membri dell'equipaggio sono stati presi in ostaggio da oltre 20 pirati somali. La nave era in navigazione a circa 550 miglia nautiche da Mogadiscio mentre era in rotta dal Mozambico agli Emirati Arabi Uniti.

L'IMB è a conoscenza di diversi dhow (navi della tradizione araba) e pescherecci segnalati come dirottati, navi madre ideali per lanciare attacchi a distanza dalla costa somala. «La ripresa dell'attività dei pirati somali è preoccupante, e ora più che mai è fondamentale proteggere il commercio, salvaguardare le rotte e la sicurezza dei marittimi che mantengono il commercio in movimento. Devono essere adottate tutte le misure per garantire il libero flusso ininterrotto delle merci attraverso le catene di approvvigionamento internazionali», commenta il segretario generale dell'International Chamber of Commerce, John W.H. Denton.

Il 15 marzo scorso un'operazione militare durata circa 40 ore da parte della Marina indiana, nell'Oceano Indiano, è culminata nella cattura di 35 pirati somali e nel rilascio di una nave precedentemente sequestrata, con a bordo 17 membri d'equipaggio.

Una nave portarinfuse abbordata dai pirati il 4 gennaio a oltre 450 miglia nautiche al largo della costa orientale della Somalia è stata messa in salvo insieme ai suoi 21 membri dell'equipaggio da una nave da guerra indiana.

Alla fine di gennaio, la guardia costiera delle Seychelles è intervenuta per salvaguardare un peschereccio sequestrato e i suoi sei membri dell'equipaggio. Nell'operazione sono stati arrestati tre sospetti pirati somali.

Passando al Golfo di Guinea, sulle coste occidentali dell'Africa, gli attacchi continuano ad essere a un livello ridotto. Nel primo trimestre del 2024 ne sono stati segnalati sei, rispetto ai cinque nello stesso periodo del 2023. L'IMB però sollecita continua cautela poiché nove marittimi a bordo di una nave cisterna sono stati rapiti a circa 45 miglia a sud dell'isola di Bioko, nella Guinea Equatoriale. «Sebbene accogliamo con favore la riduzione degli incidenti, la pirateria e le rapine a mano armata nel Golfo di Guinea rimangono una minaccia. Una presenza navale regionale e internazionale continua e solida per rispondere a questi incidenti e salvaguardare la vita in mare è fondamentale», ha affermato Howlett.

Nell'area del Bangladesh e dello Stretto di Singapore c'è stato un notevole aumento delle segnalazioni dei cosiddetti "crimini opportunistici di basso livello", con sette incidenti ricevuti da IMB al largo di Chattogram, in Bangladesh.

Nello Stretto di Singapore, infine, sono registrati cinque incidenti contro quattro grandi navi portarinfuse e una nave da carico generale, anche questi classificati come incidenti opportunistici di basso livello. Ma la minaccia per la sicurezza dell'equipaggio rimane elevata poiché cinque membri dell'equipaggio sono stati presi in ostaggio in tre distinti incidenti a gennaio.

-
credito immagine in alto

Tag: pirati - Africa