|
napoli 2
01 dicembre 2020, Aggiornato alle 18,54
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Ok del governo al risanamento "15bis" dei portuali di Napoli

Parere positivo - ma non vincolante - del ministero dei Trasporti al sostegno all'occupazione per la CULP, destinando fino al 15 per cento di una parte dell'erario incassato dal porto. Prossimo passo, il piano di risanamento. Castiglione: "Al lavoro da domani"

La "Casa del portuale" di Napoli, edificio realizzato nel 1980 su un progetto di Aldo Loris Rossi

di Paolo Bosso

Potrebbero sbloccarsi presto risorse importanti per il risanamento della Compagnia Unica dei Lavoratori Portuali (CULP) di Napoli. Oggi l'Autorità di sistema portuale del Tirreno Centrale (Napoli e Salerno) ha comunicato agli interessati e ai sindacati il parere positivo del ministero dei Trasporti all'uso del "15bis", un nuovo strumento, previsto nel Correttivo porti del 2017, che permette all'Adsp di destinare fino al 15 per cento delle risorse erariali (tasse di sbarco e imbarco) all'occupazione, il rinnovamento, l'aggiornamento professionale, il ricollocamento, o il reimpiego dei dipendenti delle compagnie portuali.

Il parere del governo non è determinante ma relativamente vincolante. L'ammontare delle risorse sarà stabilito sulla base del piano di risanamento che la CULP  consegnerà all'Autorità di sistema portuale campana. «Iniziamo a lavorarci da domani. Il parere del ministero dei Trasporti è di grande aiuto perché non averlo ottenuto o, peggio, averlo avuto negativo sarebbe stato deleterio sul nascere», commenta il presidente della Compagnia dei portuali di Napoli, Pierpaolo Castiglione, secondo il quale l'ok del governo «è importante non solo per noi ma per tutte le compagnie portuali d'Italia che potranno percorrere la stessa nostra strada. Per quanto riguarda i tempi di consegna del piano di risanamento, cercheremo di accorciarli al massimo. Credo che, se non ci saranno intoppi, in un paio di mesi potremmo anche farcela».

Rapida la risposta del ministero dei Trasporti, secondo le segreterie sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, che si congratulano con il presidente dell'Adsp, Pietro Spirito, il segretario generale, Francesco Messineo, e il personale, il quale «ha costruito una tesi convincente con il MIT e con i vertici dell'Autorità che, superando gli ostacoli che ne hanno impedito l'azione già qualche tempo fa, sono stati in grado di farci partecipi di questo ottimo risultato».