|
napoli 2
24 ottobre 2020, Aggiornato alle 12,38
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Nautica, Ucina: Italia si conferma primo esportatore mondiale

L'associazione ha analizzato lo stato del settore nel corso della convention Satec di Santa Margherita Ligure


Innovazione, competitività, export sono la base per il rilancio e il futuro della nautica. Scommettere sui mercati tradizionali con approcci non tradizionali La Convention Ucina Satec, tenuta nei giorni scorsi a Santa Margherita Ligure, ha messo gli imprenditori a contatto con alcuni dei principali poli di ricerca e innovazione tecnologica italiani. Dalla kermesse di settore è emerso che costruire un'imbarcazione senza utilizzare gli stampi sarà possibile in tempi più brevi di quanto si pensi, mentre già oggi è possibile il controllo in remoto e la manutenzione predittiva. In questo quadro, l'Italia si conferma primo esportatore mondiale della cantieristica nautica, con il fatturato delle aziende italiane del comparto che ha segnato un +18% per il 2016.

 
"Il nuovo corso del mercato nautico – ha spiegato Carla Demaria, presidente di Ucina - trova conferma nei numeri positivi della 57°edizione del Salone Nautico organizzato a Genova dalla nostra associazione (21 – 26 settembre): il 92% degli espositori 2016 ha già confermato la partecipazione, con il 51% che chiede di ampliare lo spazio o la gamma di imbarcazioni esposte. Ad oggi sono 37 i nuovi espositori confermati, nomi eccellenti della nautica nazionale e internazionale tra i quali Azimut Yachts, Gottifredi Maffioli, Volvo Penta, Sea Ray, Zodiac. L'ufficio tecnico del Salone Nautico di conseguenza ha già provveduto a ridefinire il layout della superficie espositiva, che è stata ottimizzata aumentando il coefficiente di riempimento sia della darsena grande sia a terra".