|
napoli 2
20 settembre 2021, Aggiornato alle 09,22
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Napoli, Terminal Flavio Gioia rimpolpa il parco mezzi

Nuova Gottwald da 150 tonnellate di portata, che si aggiunge a due forklift arrivati il mese scorso. Entro luglio si aggiungeranno due reachstacker

La Gottwald arrivata giovedì scorso al terminal Flavio Gioia di Napoli

Le navi si fanno più grandi e il Terminal Flavio Gioia (TFG) di Napoli non smette di potenziarsi. Nei giorni scorsi l'arrivo di una nuova gru ship-to-shore Gottwald, la seconda in pochi anni dopo quella consegnata ad agosto 2019.

Per la precisione, è stato consegnato un Konecranes modello G HMK 7608, gru da 150 tonnellate di portata con uno sbraccio di 54 metri da quasi 40 tonnellate di portata e spreader Bromma 2X20'. «Fondamentale la necessità di rinnovare il parco mezzi», spiega Roberto Bucci, presidente del Consiglio di amministrazione di TFG. Questa seconda imponente gru si aggiunge ad altri due mezzi di terra, dei Kalmar forklift, arrivati il mese scorso, «e tra la fine del mese e l'inizio di luglio è previsto l'arrivo di altri due Kalmar reachstacker», precisa Bucci, «serviranno a dare agli armatori un servizio più efficiente, in linea con il nostro programma di potenziamento del terminal», un polo che nel 2020 ha movimentato 116,687 TEU e 240,118 tonnellate.

Reachstacker e forklift per i movimenti di banchina e gottwald per i project cargo con cui effettuare le delicate operazioni di sbarco e imbarco. Un parco mezzi che rende sempre più flessibile e competitivo il terminal campano, storicamente multipurpose. L'ultimo forklift è arrivato la settimana scorsa, giovedì, fornito dal distributore locale Sater a bordo della nave Panda, mercantile specifico per i project cargo. I due ultimi forklift consegnati al TFG sono dei DCG330-12, i prossimi due reachstacker in consegna tra giugno e luglio, invece, sono dei DRG450-65S5.

Il Terminal Flavio Gioia dispone di circa trenta mezzi di movimentazione, di cui sei di tipo Gottwald. Il Terminal Flavio Gioia è attivo da 23 anni, concessionario del polo nel porto di Napoli dal 1994. I primi significativi lavori di allargamento sono stati completati nel 2005 aggiungendo poco più di 4 mila metri quadri di spazi, oltre ai 292 metri lineari complessivi di banchina disponibili su un pescaggio di 12 metri e mezzo. Oggi l'area totale è di 33 mila metri quadri, a cui se ne aggiungono 10 mila di piazzale ferroviario.

Tag: napoli - container