|
napoli 2
27 novembre 2021, Aggiornato alle 09,59
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Napoli, Msc Crociere riceve il premio "Buona sanità"

Patrocinato da Regione Campania, Comune di Napoli e Federico II, riconosce alla compagnia un protocollo di imbarco che è diventato un modello

Leonardo Massa, managing director Msc Crociere, riceve il premio "Buona sanità"

Msc Crociere ha ricevuto il premio "Buona Sanità", patrocinato, tra gli altri, da Regione Campania, Comune di Napoli e Università degli Studi di Napoli Federico II, per aver messo in campo un protocollo di salute e sicurezza diventato modello in tutto il mondo, che ha contribuito alla ripartenza non solo del settore crocieristico ma anche del turismo a livello globale.

La consegna del premio è avvenuta a bordo dell'ammiraglia della compagnia MSC Seashore, ultima nata della flotta nonché la nave più grande e tecnologicamente avanzata mai costruita in Italia.

Giunto alla sua 23esima edizione, il premio è andato alla compagnia con la seguente motivazione: «Alla MSC Crociere per aver istituito una task force interfunzionale, composta da esperti in house nei settori dei servizi medici e igienico sanitari, servizi alberghieri, sanità pubblica, HVAC (riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell'aria), sistemi di ingegneria di bordo e tecnologia informatica e logistica, che ha lavorato alla progettazione e allo sviluppo di un primo nuovo protocollo operativo destinato a garantire la salute e la sicurezza dei passeggeri del settore crocieristico, dalla prenotazione all'imbarco, inclusa l'esperienza a bordo e fino al ritorno a casa, in un continuo confronto con le istituzioni pubbliche locali, regionali e nazionali e con le autorità sanitarie in Europa, Stati Uniti, Brasile e Cina, secondo modalità tali da garantire il costante aggiornamento delle procedure ai risultati scientifici e il miglioramento del livello delle linee guida internazionali esistenti, per la tempestiva ripresa del settore crocieristico in totale sicurezza».

«Il riconoscimento di oggi è un'ulteriore testimonianza dell'impegno che Msc Crociere ha profuso per l'elaborazione del protocollo con l'obiettivo di offrire ai propri ospiti la vacanza più sicura possibile», ha affermato Leonardo Massa, managing director di Msc Crociere durante la cerimonia di premiazione. «Un protocollo che ha toccato tutti gli aspetti del viaggio in crociera e che, tuttavia, non ne ha snaturato l'esperienza. Msc Crociere è stata la prima compagnia al mondo a ripartire e oggi, grazie all'esperienza acquisita, ha guadagnato la fiducia dei viaggiatori che sempre più numerosi sono tornati a bordo delle nostre navi. Un ringraziamento speciale va alle autorità italiane con cui la Compagnia ha collaborato e che hanno creduto sin dall'inizio nel nostro protocollo. Con la ripartenza delle nostre navi centinaia di migliaia di famiglie sono tornate ad avere la sicurezza di uno stipendio e a guardare serenamente il futuro. Anche in questa occasione, quindi, le crociere si sono confermate un importante volano economico e occupazionale».

Msc Crociere ad agosto 2020 è stata la prima compagnia a ripartire con le crociere dopo il lockdown. Da allora, su 12 navi tornate operative su 19 della flotta, ha toccato 21 Paesi in tutto il mondo. La previsione della compagnia è di tornare alla piena operatività nell'estate 2022.

Nel corso dell'ultimo anno e mezzo sono stati diversi i riconoscimenti ottenuti da Msc Crociere sul fronte della salute e della sicurezza. Nell'ottobre 2020 ha ottenuto la certificazione addizionale di classe Biosafe Ship assegnata dalla società di classificazione Rina alla nave ammiraglia Msc Grandiosa. La classe Biosafe Ship certifica che la nave è dotata di sistemi e procedure operative specifici, in grado di ridurre il rischio di contagio per i passeggeri e l'equipaggio. In precedenza la società aveva verificato la conformità del protocollo di salute e sicurezza della compagnia di crociere alla Joint Guidance dell'Agenzia Europea per la Sicurezza Marittima (Emsa) e del Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (Ecdc), che incorpora ulteriori standard sanitari, tra cui quelli Eu Healthy Gateways. La verifica sulla conformità del protocollo con le linee guida delle due principali autorità europee è stata una parte cruciale del processo che ha consentito la ripresa delle operazioni nel Mediterraneo già a partire da agosto.