|
napoli 2
27 settembre 2021, Aggiornato alle 13,33
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Monumento ai marinai d'Italia, posata a Roma la prima pietra

Iniziativa portata avanti dall'Anmi in sinergia con la presidenza del Consiglio dei Ministri, la Marina Militare e sponsorizzata da Fincantieri, Leonardo, Confitarma e Orizzonte Sistemi Navali


In piazza Bainsizza a Roma, è stata posata mercoledì la prima pietra del Monumento dedicato ai Marinai caduti in guerra, iniziativa portata avanti dall'Associazione Nazionale Marinai d'Italia (Anmi) in sinergia con la presidenza del Consiglio dei Ministri, la Marina Militare e sponsorizzata da Fincantieri, Leonardo, Confitarma e Orizzonte Sistemi Navali. Alla cerimonia hanno preso parte Fabiana Dadone, ministra per le Politiche giovanili, Stefania Pucciarelli, sottosegretaria alla Difesa, l'ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, capo di stato maggiore della Marina Militare, Virginia Raggi, sindaca di Roma, e l'ammiraglio Pierluigi Rosati, presidente Anmi. In rappresentanza di Confitarma è intervenuto il direttore generale Luca Sisto. 

"Una volta marinaio, marinaio per sempre, questo è il motto dell'Associazione Marinai d'Italia che oggi più che mai rappresenta lo spirito di questa importante giornata - ha affermato la ministra Dadone -. Da oggi le vecchie e le nuove generazioni si incontreranno qui. Ringrazio Roma Capitale, la Difesa e tutte le aziende che hanno contribuito a questa sinergia. Questo monumento è un simbolo di una collaborazione che ha permesso a Roma di avere un monumento ai marinai d'Italia, era l'unica capitale d'Europa a non averne uno. La memoria è importante perché rappresenta la rinascita culturale di tutto il Paese". 

"Questa piazza rappresenterà la voglia di riscatto e di riqualificazione con un grande significato storico e rievocativo - ha detto la sottosegretaria Pucciarelli -. Questo è un luogo simbolo che dobbiamo conservare e tramandare". Presenti alla cerimonia anche i ragazzi dell'Istituto tecnico navale Marcantonio Colonna di Anzio a testimoniare l'importanza del coinvolgimento delle nuove generazioni nel ricordare il passato e nel costruire il futuro.