|
napoli 2
28 ottobre 2021, Aggiornato alle 14,00
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Meyer Werft sbarca nel mercato dei mega yacht

Lo storico costruttore di traghetti e ro-pax presenta al Monaco Yacht Show "One 50", un bestione da 15 mila tonnellate di stazza interamente alimentato da batterie e celle a combustibile

Il concept di ONE 50 firmato Meyer Werft (meyerwerft.de)

Al Monaco Yacht Show, in corso dal 22 al 25 settembre, il gruppo cantieristico navale tedesco Meyer sta presentando il concept di un mega yacht, il primo del suo genere per uno storico costruttore di grandi navi passeggeri e merci.

L'unità, che si chiama ONE 50, è interamente alimentata da celle a combustibile e a batterie. È lunga 150 metri, larga 20 e ha una stazza lorda di 15 mila tonnellate. Su sei ponti i 44 passeggeri di capienza possono godere di una spa su due livelli, un cinema, un salone da biliardo, un teatro, una galleria d'arte e una grande piscina a sfioro a poppa. Le celle a combustibile e le batterie erogano energia da 25 mila kilowatt permettendo a ONE 50 di raggiungere una velocità massima di 23 nodi.

«Dal 1795 abbiamo costruito più di 700 navi solo a Papenburg. Ora stiamo aprendo il prossimo capitolo della nostra storia ed entrando nel mercato dei mega yacht», afferma Bernard Meyer, amministratore delegato del gruppo navalmeccanico. «Abbiamo già ricevuto – continuna - molti feedback positivi perché possiamo realizzare navi dalle dimensioni quasi illimitate, anche quelle apparentemente più folli. Attualmente stiamo vedendo che la domanda di megayacht è in aumento e c'è spazio per un altro cantiere in questo segmento».

Nei capannoni di Meyer le unità possono raggiungere i 504 metri di lunghezza, anche se da anni vengono costruite quasi esclusivamente navi con una lunghezza di quasi 350 metri. «I megayacht sono un nuovo segmento di mercato che possiamo servire in tutti e tre i nostri cantieri navali. ONE 50 è solo l'inizio delle nostre idee e dei nostri progetti», afferma Thomas Weigend, managing director di Meyer Werft.

-
credito immagine in alto