|
napoli 2
20 ottobre 2021, Aggiornato alle 19,17
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Marittimi, appena il 2 per cento è vaccinato. Nel mondo

Su 1,6 milioni, circa 35 mila. Con la variante delta in diffusione in tutto il pianeta la tempesta è perfetta, secondo l'ICS. Il problema è l'enorme differenza tra le campagne vaccinali dei Paesi di provenienza

(Tony WebsterSegui/Flickr)

Con appena il 2,5 per cento dei marittimi attualmente vaccinati, la diffusione in tutto il mondo della variante delta del Covid non può che accelerare. «È una tempesta perfetta», afferma a Bloomberg Esben Poulsson, presidente dell'International Chamber of Shipping che da mesi sta sensibilizzando e mettendo pressione sulla comunità internazionale per accelerare la campagna vaccinale e facilitare i cambi di equipaggio. «Con questo nuovo ceppo delta – continua Poulsson – è indubbio che lo shipping sta rallentando e la situazione sta peggiorando. La domanda di prodotti non diminuisce, i cambi di equipaggio non stanno avvenendo abbastanza velocemente e i governi continuano a mettere la testa sotto la sabbia».

A corroborare con i dati una ripresa che non è post-pandemica ci sono gli ultimi dati dell'European Maritime Safety Agency sul traffico marittimo europeo.

È un paradosso che 1,6 milioni di lavoratori a contatto con i porti di tutto il mondo non siano ancora completamente vaccinati. La causa risiede nella enorme differenza tra le campagne vaccinali dei paesi industrializzati e quella dei paesi in via di sviluppo, i Paesi di provenienza della maggior parte dei marittimi. L'International Chamber of Shipping (ICS) stima che i marittimi vaccinati oggi sono tra i 35 e i 40 mila, pari al 2/2,5 per cento del totale. Di questi, oltre la metà - 23 mila - sono stati vaccinati negli Stati Uniti tramite iniziative di beneficenza e il contributo di armatori come Cosco Shipping, che il mese scorso ha detto che tutti i suoi marittimi imbarcati sono stati vaccinati.

La vaccinazione del marittimo, quindi, dipende per lo più dal Paese di provenienza e in piccola parte da disposizioni dell'azienda in cui sono impiegati, com'è successo con Cosco. Più della metà degli 1,6 milioni di marittimi proviene da nazioni in via di sviluppo come India, Filippine o Indonesia.

Secondo il quotidiano indiano Hindu Business Line, a maggio circa il 14 per cento dei marittimi di quel Paese ha ricevuto una singola dose del vaccino e appena l'1 per cento risulta completamente vaccinato. Come riferisce Gerardo Borromeo, vicepresidente dell'ICS, la quasi totalità dei marittimi filippini non è vaccinata.

-
credito immagine in alto