|
adsp napoli 1
23 febbraio 2024, Aggiornato alle 19,53
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Mar Rosso, l'European Shippers Council: «Attacchi al commercio internazionale»

L'associazione non-profit logistico-armatoriale chiede all'Unione europea di intervenire per «porre fine al terrorismo marittimo e ripristinare il diritto marittimo internazionale»

(europeanshippers.eu)

«Porre fine al terrorismo marittimo e ripristinare il diritto marittimo internazionale» nel Mar Rosso. Lo chiede l'European Shippers Council, associazione europea non-profit con oltre centomila aziende iscritte, tra compagnie di navigazione e società di spedizioni.

Da fine novembre la tratta commerciale marittima del Mar Rosso, soprattutto quella in entrata o uscita dal canale di Suez, è sotto attacchi dimostrativi e intimidatori (tramite missili e droni militari) rivendicati dal gruppo paramilitare prevalentemente sciita attivo nello Yemen.

L'European Shippers Council chiede la fine delle ostilità nel Mar Rosso, «dove i militanti Houthi - afferma - hanno attaccato e sequestrato equipaggi e navi internazionali. Tali attacchi hanno gravi ripercussioni negative sulle catene di approvvigionamento globali, sulla sostenibilità e sul commercio internazionale, aggiungendo tensione alle pressioni inflazionistiche già esistenti avvertite da spedizionieri e consumatori». Lo European Shippers Council invita l'Unione europea «e gli alleati di tutto il mondo ad adottare le misure necessarie e misurate per porre fine al terrorismo marittimo e ripristinare il diritto marittimo internazionale. Gli equipaggi, il carico e le navi devono essere protetti in ogni momento. Non dovrebbero mai essere utilizzati come garanzia collaterale ai conflitti internazionali».

-
credito immagine in alto

Tag: economia