|
napoli 2
15 ottobre 2019, Aggiornato alle 15,45
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Politiche marittime

Manduria, Alis consegna al governo il documento programmatico sulla crescita sostenibile

Anche la semplificazione normativa a la tutela del Made in Italy tra gli obiettivi prioritari dell'associazione sottolineati dal presidente Guido Grimaldi nel corso del meeting in Puglia

Guido Grimaldi

Un documento programmatico con proposte concrete per lo sviluppo della logistica sostenibile e la semplificazione normativa a tutela del Made in Italy. Lo ha consegnato ai rappresentanti del  governo il presidente di Alis Guido Grimaldi In occasione dell'evento organizzato dall'associazione presso la Masseria Li Reni a Manduria, in provincia di Taranto. Per l'esecutivo erano presenti il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega al Sud Giuseppina Castiello e il sottosegretario all'Ambiente Vannia Gava. A fare gli onori di casa Bruno Vespa, che ha condotto le due sessioni di lavoro.

Il punto di Guido Grimaldi
"Un abbassamento dei costi dell'intera catena logistica – ha detto Grimaldi –, attraverso misure e investimenti per lo sviluppo infrastrutturale, sostenibile ed occupazionale, funge da volano per l'intero Sistema Paese ed accresce il potenziale della domanda estera dei prodotti Made in Italy in termini di produttività e competitività. Per questo Alis, nel documento che oggi consegna ai decisori pubblici, propone di creare un piano complessivo di valutazione delle performance ambientali delle aziende che investono in ricerca, digitalizzazione e sostenibilità; di varare misure incentivanti strutturalmente durevoli nel tempo in favore dell'intermodalità come Marebonus e Ferrobonus; di intervenire seriamente sul costo del lavoro, puntando sulla riduzione della pressione fiscale e delle aliquote contributive al fine di favorire una maggiore occupazione". Queste le linee strategiche e programmatiche, volte ad una crescita strutturale del settore del trasporto sostenibile, che sono state tracciate dall'associazione ed emerse anche nel comitato di presidenza riunitosi proprio a Manduria prima dell'evento alla presenza della dirigenza di Alis e dei coordinatori delle commissioni tecniche.

"Riteniamo altrettanto prioritario - ha proseguito il presidente di Alis -  puntare ad una forte semplificazione normativa affinché il Paese possa rilanciarsi su mercati internazionali e, per il Mezzogiorno in particolare, supportare le amministrazioni pubbliche nell'individuazione delle aree ZES, che proponiamo di portare avanti di concerto con le aziende e gli operatori del settore. È necessario poi rimodulare alcune tasse che gravano sul nostro comparto, riducendole per gli operatori che investono su mezzi navali  e stradali con tecnologie green, come nel caso delle imprese del cluster Alis grazie alle quali, con l'utilizzo dell'intermodalità, sono stati risparmiati in Italia l'anno scorso oltre 500 milioni di euro in termini di riduzioni del costo del trasporto".

Lavoro e accesso alla professione
"Alis – ha concluso Guido Grimaldi - continuerà a promuovere la formazione professionale, attraverso collaborazioni con ITS ed Università, agevolando l'ingresso dei giovani nel mondo del lavoro tramite stage e proposte contrattuali con le aziende associate. Abbiamo bisogno di più tecnici e più giovani specializzati al fine di poter rispondere con realismo alle esigenze delle imprese. Sono indispensabili incentivi pubblici per i percorsi formativi, nonché ulteriori agevolazioni fiscali per le aziende che assumono i giovani, soprattutto per contribuire a ridurre il gap esistente tra Sud e Nord del nostro Paese".

Gli altri interventi
Prima delle due sessioni tematiche  è intervenuto anche il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che, dopo aver sottolineato l'azione di Alis "capace di combinare il modello d'impresa italiano con le strategie tipiche del sistema globale", ha fortemente posto l'accento sull'eccessiva burocratizzazione nel mondo dei trasporti e della logistica. "L'eccessiva burocrazia – ha sostenuto il Governatore Emiliano – è nemica della buona politica. Semplificare può anche significare correre dei rischi, ma bisogna saper valutare proprio il rischio del rapporto costo/benefici".

All'evento di Manduria sono intervenuti in qualità di relatori i presidenti delle AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale Francesco Maria DI Majo, del Mar Adriatico Meridionale Ugo Patroni Griffi e del Mar Jonio Sergio Prete, l'ad di Grimaldi Group Diego Pacella, il presidente di Casillo Group Pasquale Casillo, insieme a Francesco Sciaudone, Founding Partner Grimaldi Studio Legale, Alessandro Paone, Managing Partner LabLaw Studio Legale, Francesca Fiorini, responsabile Legalis, Giovanni Salerno, consulente del lavoro e Marcello Di Caterina, direttore generale Alis.

Proprio il direttore di Alis Marcello Di Caterina ha rivolto un ringraziamento all'intero cluster Alis e, in particolare, a quelle Autorità di Sistema Portuale aderenti come soci onorari, pertanto senza oneri economici, che hanno da subito fortemente creduto nel progetto associativo e nelle azioni programmatiche realizzate finora e proposte per il futuro. Ha inoltre evidenziato gli importanti risultati raggiunti sotto il profilo della politica sindacale e giuslavoristica: "Lo scorso maggio con le Segreterie Generali di Cgil, Cisl e Uil abbiamo sottoscritto un Protocollo d'Intesa sulle Relazioni Sindacali che consente all'associazione di aderire con sottoscrizione al Testo Unico sulla Rappresentanza: si è trattato di un'operazione molto importante per la nostra Associazione perché ci consente un confronto costruttivo con il mondo sindacale in favore delle migliaia di imprese e di lavoratori che il nostro Cluster rappresenta".

Il governo, rappresentato dai sottosegretari Gava e Castiello, «ha recepito con favore le proposte di Alis, ribadendo massimo impegno istituzionale nella crescita sostenibile del Paese e del Mezzogiorno».

"Non è un caso che come ministero dell'Ambiente – ha detto Vannia Gava – abbiamo firmato con Alis lo scorso febbraio un Protocollo d'intesa atto a trovare soluzioni innovative per l'imprenditoria italiana in termini di maggiore sostenibilità. Ci impegniamo quindi a sostenere queste proposte, in linea con la politica del Governo improntata su un dialogo fattivo e concreto tra pubblco e privato per uno sviluppo omogeneo del Paese". "Riteniamo necessario – ha detto Giuseppina Castiello in conclusione dei lavori – offrire alle imprese di trasporto e logistica, ampiamente rappresentate da Alis, risposte adeguate in termini di nuove ed efficienti infrastrutture e di imminente sburocratizzazione come strumenti necessari per innescare un reale processo di ripresa economica. Le risorse non mancano ed il Governo deve essere fortemente impegnato su questo fronte".

Tag: alis