|
adsp napoli 1
30 settembre 2022, Aggiornato alle 18,08
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

L'olio di ricino si candida come biocarburante del futuro

Lo assicura il ministro Cingolani, precisando che può abbattere le emissioni di anidride carbonica del 90%


Un biocarburante in grado di abbattere tra il 60 e il 90% le emissioni di anidride carbonica. Parliamo di quello che si può ottenere con l'olio di ricino, attraverso trattamenti innovativi. Lo ha detto il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, precisando che l'olio (in passato tristemente famoso per il suo deplorevole e forzato utilizzo in campo fisiologico) potrebbe oggi diventare una sorta di diesel sintetico come carburante per i camion, risultando perfettamente compatibile con i motori attuali.

Tra gli interventi dell'ultimo decreto energia, ha spiegato il ministro, c'è anche un investimento tecnologico sui biocarburanti da filiere sostenibili, alcuni dei quali vengono appunto proprio dall'olio di ricino. L'obiettivo è arrivare a 200 mila tonnellate nel 2023 e una progressione annuale di 50 mila tonnellate ogni anno, per raggiungere la percentuale richiesta dalla nuova direttiva Ue: 16% di biocarburanti entro il 2030.