|
napoli 2
17 settembre 2021, Aggiornato alle 08,15
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Lloyd's Register e Inmarsat potenziano le ispezioni navali in remoto

Primo accordo tra un certificatore navale e un fornitore di telefonia satellitare. Il sistema è completamente separato dagli apparati di bordo, così da non creare conflitti

(Official U.S. Navy Page/Flickr)

Il Lloyd's Register e Inmarsat, gestore britannico di telefonia mobile, hanno avviato la prima collaborazione tra un fornitore di comunicazioni satellitari e una società di classificazione per potenziare l'ispezione navale in remoto, che da quando è scoppiata la pandemia è cresciuto parecchio. 

Attualmente questo tipo di controlli sono circa un terzo delle oltre 30 mila ispezioni annuali fatte dal Lloyd's. Nel maggio 2020 la società inglese ha introdotto una squadra di tecnici specializzata.

L'accordo sarà inizialmente una sperimentazione rivolta soprattutto ad armatori che trasportano gas e in generale per le navi bulker carrier. La base è LR Remote, l'applicazione creata dal Lloyd's Register che consente ai membri dell'equipaggio di trasmettere da bordo in streaming video, foto e audio. Dati che verranno inviati a un tecnico della società di classificazione abilitato Certified Application Provider, il quale utilizzerà la piattaforma Fleet Connect di Inmarsat. In questo modo viene fornito un collegamento satellitare continuo tra nave e marittimo, offrendo agli utenti una larghezza di banda specifica indipendente dalle operazioni della nave, così da non creare conflitti tra i dispositivi di funzionamento della nave e quelli di ispezione. Senza hardware di comunicazione aggiuntivi, questa separazione del flusso di dati consente di abilitare l'ispezione remota senza dover mai salire a bordo.

«Sia Lloyd's Register che Inmarsat hanno l'obiettivo comune di sbloccare il vero potenziale di questa tecnologia, conformando l'ispezione remota, rendendo la certificazione remota sempre più accessibile», commenta Mark Darley, Direttore LR Marine e Offshore. «Con la connettività dedicata di Fleet Connect in esecuzione sulla piattaforma digitale Fleet Xpress possiamo garantire un accesso ininterrotto ad alta velocità in modo che agli ispettori venga garantita una soluzione quanto più disponibile e affidabile», aggiunge Alberto Perez, direttore aziendale Inmarsat Maritime.

-
credito immagine in alto

Tag: shipping