|
napoli 2
20 maggio 2019, Aggiornato alle 15,56
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Politiche marittime

L'Anci vuole (ri)portare i sindaci nel Comitato di gestione

Come nel vecchio Comitato portuale, designare direttamente il Primo cittadino nell'organo deliberativo dell'autorità di sistema


Il Comitato di gestione va aggiornato inserendo i sindaci delle città. Ne è convinta l'Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci), distaccamento Porti, che ha discusso di questa possibilità nell'ultima riunione tenutasi a Roma.

Il Comitato di gestione è l'organo decisionale delle autorità di sistema portuale (Adsp). È presieduto dal presidente dell'Adsp e composto da un membro ciascuno designato da: la singola Regione o dalle regioni incluse nel sistema portuale; sindaco, autorità marittima. Dura quattro anni ed è rinnovabile una volta.

Il consigliere delegato a Porto e mare del Comune di Genova, Francesco Maresca, ha detto che a breve l'Anci scriverà al ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, per chiedere di modificare la legge 84/94 (riformata nel 2016 dall'allora ministro dei Trasporti, Graziano Delrio) e designare nel comitato non più un suo rappresentante ma direttamente il Primo cittadino, un po' come funzionava nella gestione pre-riforma con il vecchio Comitato portuale. 

Il comitato di gestione è affiancato dall'Organismo (consultivo) di partenariato della risorsa mare e rappresenta le istanze dei privati. È presieduto dal presidente dell'Adsp e dal comandante del porto già sede di autorità portuale. È composto da armatori, industriali, operatori (aziende delle Camere di commercio, servizi tecnico-nautici), spedizionieri, operatori logistici intermodali operanti nel porto, operatori ferroviari operanti nel porto, agenti marittimi, autotrasportatori, operatori del turismo e del commercio operanti nel porto. Infine, tre rappresentanti dei lavoratori delle imprese portuali.