|
napoli 2
22 maggio 2020, Aggiornato alle 15,17
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

speciale1
Politiche marittime

La nautica deve ripartire, appello di Assonautica al premier

Il settore ha già perso 30 mila piccole imprese nei primi mesi del 2020


Facciamo ripartire la nautica perché il settore ha già perso 30 mila piccole imprese nei primi tre mesi del 2020. L'appello è del presidente di Assonautica Alfredo Malcarne, che in una lettera al presidente del Consiglio Giuseppe Conte ricorda che il blocco delle attività produttive per l'emergenza Covid 19 ha generato per 3,7 milioni di lavoratori il venir meno dell'unica fonte di reddito familiare. 

A pagare il prezzo più alto sono i lavoratori delle piccole e piccolissime imprese con un reddito medio mensile di 1.250 euro, segnala l'associazione. Per evitare il collasso di un intero sistema che, da solo genera circa il 5% del pil nazionale Assonautica chiede quindi l'avvio immediato delle attività produttive della filiera e la concessione di bonus liquidità a fondo perduto. 

Malcarne sottolinea tra l'altro con forza come l'andare in barca sia attività isolante per sua natura e come la barca sia il posto più sicuro al mondo dove una famiglia può passare il tempo in attesa che la pandemia cessi.