|
napoli 2
12 luglio 2020, Aggiornato alle 08,32
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

La Cina studia la riforma italiana dei porti

L'ambasciatore della Repubblica Popolare ha incontrato il ministro Delrio per valutare collaborazioni nell'ambito dei trasporti e delle infrastrutture marittime


Le opportunità di sviluppo della collaborazione tra Italia e Cina nel settore delle infrastrutture e trasporti, in particolare in quello portuale e marittimo, sono state al centro di un incontro tenuto nei giorni scorsi a Roma tra il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, e Li Ruiyu, ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia.

Il ministro Delrio, riferisce l'Agenda Confitarma, ha illustrato all'ambasciatore cinese le misure del Piano Strategico Nazionale della Portualità e la Logistica, presentando le opportunità offerte dal sistema portuale italiano nel suo complesso, anche in collegamento con i grandi corridoi europei che attraversano l'Italia, in un quadro coerente ispirato ad una strategia nazionale.

Inoltre, nel corso dell'incontro si è discusso della possibilità di collaborazioni bilaterali in infrastrutture logistiche nei porti del Nord Adriatico come già effettuato dagli interlocutori cinesi lungo la dorsale Tirrenica. Il ministro ha anche manifestato la disponibilità ad organizzare un incontro a livello esperti per approfondire la possibile cooperazione nel quadro del progetto cinese "One Belt One Road" (Sulla via della Seta).