|
napoli 2
22 settembre 2020, Aggiornato alle 17,51
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Italian Cruise Day a La Spezia, il programma

Si terrà il 30 settembre l'evento con i dati di traffico di quest'anno e le previsioni per il prossimo


Il presente e futuro delle crociere all'Italian Cruise Day, forum annuale dedicato al settore, che quest'anno (sesta edizione) si terrà a La Spezia, in partnership con l'Autorità portuale e Discover La Spezia, in programma venerdì 30 settembre presso l'auditorium dello scalo.

L'evento è stato presentato questa mattina alla stampa da Francesco di Cesare, presidente Risposte Turismo che lo organizza; Lorenzo Forcieri, presidente dell'Autorità portuale di La Spezia; e Maurizio Pozella, presidente Discover La Spezia.

Tra i relatori attesi figurano, tra gli altri, Pierfrancesco Vago, chairman Clia Europe; Manfredi Lefebvre d'Ovidio, chairman Clia Italy; Kristijan Pavic, presidente MedCruise; Giovanni Bastianelli, direttore esecutivo Enit-Agenzia Nazionale del Turismo; Eduardo Santander, executive director European Travel Commission; e Carlo Corazza, capo unità turismo Dg Industry, entrepreneurship and SMEs European Commission.

Il forum vedrà anche quest'anno la presentazione da parte di Francesco di Cesare dell'Italian Cruise Watch 2016, rapporto di ricerca sul settore crocieristico in Italia curato da Risposte Turismo. Le proiezioni aggiornate relative alla chiusura del 2016, presentate in anteprima in occasione della conferenza stampa odierna, mostrano un incremento, rispetto ai dati a consuntivo registrati nel 2015, del numero di crocieristi movimentati dai porti italiani (+2,78%, per un totale di 11.396.000) e del numero di toccate nave (+3,53%, per un totale di 4.994). Dati sulla base di 49 porti, la quasi totalità delle toccate nave e del traffico passeggeri.

La Liguria è la regione leader in Italia per numero di passeggeri movimentati: 2,6 milioni (+2,1% sul 2015), seguita dal Lazio (2,3 milioni, +1,3%), Campania (1,7 milioni, +6,1%), Veneto (1,6 milioni, +1,1%) e Sicilia (1,1 milioni, +1,7%). La classifica previsionale delle toccate nave vede il Lazio (874 approdi in tre porti), Campania (810) e Sicilia (789).

Passando ai porti, Civitavecchia è prima con 2,3 milioni di passeggeri movimentati (+1,3% sul 2015) e 835 toccate nave (+5,2%), seguita da Venezia con 1,6 milioni (+1,1%) e 535 toccate (+2,7%) e Napoli con circa 1,3 milioni di passeggeri (+5,2%) e 480 toccate (+7,9%). 

«Il 2016 - afferma di Cesare - si presenta come anno di stabilità o leggero aumento rispetto ai risultati del 2015, questi ultimi in significativa crescita sull'anno precedente. Si tratta dunque di dati da guardare positivamente, che confermano anche gli equilibri e le posizioni in classifica delle diverse realtà portuali. C'è però da attendere di conoscere le prime previsioni sul 2017, che daremo in occasione dell'Italian Cruise Day, per capire quale sarà nel medio periodo la traiettoria che i volumi di traffico disegneranno».

Il programma