|
adsp napoli 1
21 maggio 2024, Aggiornato alle 18,55
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Politiche marittime

Invalidità, Fincantieri firma accordo con i sindacati

Intesa con Fim, Fiom e Uilm nazionali per istituire coperture assicurative in caso di infortuni, malattia o rischi di non autosufficienza

(Luigi Rosa/Flickr)

Nell'ottica di promuovere e migliorare il benessere dei lavoratori, e in linea con quanto disposto dal contratto integrativo del 27 ottobre 2022 in tema di salute e assistenza sanitaria integrativa, oggi, presso Unindustria Roma, Fincantieri ha sottoscritto con Fim, Fiom e Uilm nazionali e l'esecutivo del coordinamento sindacale nazionale, un accordo per l'istituzione di apposite coperture assicurative in favore dei propri lavoratori, volte a garantire tre aspetti legati alla salute: invalidità permanente da malattia, invalidità permanente da infortuni extraprofessionali, rischio di non autosufficienza (long term care).

Sono destinatari delle coperture assicurative tutti i lavoratori in forza alla data della sottoscrizione dell'accordo nonché le persone assunte successivamente. I dipendenti avranno inoltre la possibilità, con oneri a proprio carico e a condizioni più favorevoli rispetto a quelle di mercato, di integrare le coperture aderendo a pacchetti volontari, che saranno resi disponibili a partire da ottobre prossimo.

L'accordo si applicherà anche ai dipendenti di Cetena, Isotta Fraschini Motori e Orizzonte Sistemi Navali, società controllate rientranti nel perimetro del contratto integrativo. Si inserisce all'interno del sistema di welfare aziendale di Fincantieri. «Le nuove coperture - scrive Fincantieri in una nota - integrano i più importanti pilastri del welfare quali la previdenza complementare, l'assistenza sanitaria integrativa e i flexible benefit, rafforzando ulteriormente il range di protezione per tutti i dipendenti e le loro famiglie».

Il contratto integrativo del 27 ottobre 2022 ha riconosciuto permessi retribuiti per l'inserimento dei figli al nido e scuole materne e per l'assistenza ai genitori anziani e l'allungamento del periodo di comporto del 50% in caso di gravi patologie del dipendente.

Infine, Fincantieri sta proseguendo con la realizzazione di asili nido aziendali, opere fondamentali di supporto per i genitori nella gestione dei figli e importante misura di stimolo volta a favorire la natalità. Il primo asilo nido è stato realizzato all'interno della sede della divisione Navi Mercantili di Trieste, il cui primo anno educativo è stato avviato a settembre 2022, mentre è attualmente in fase di ultimazione il secondo asilo nido costruito presso l'ex Albergo Operai a Monfalcone il cui primo anno educativo sarà avviato a ottobre 2023.

-
credito immagine in alto