|
napoli 2
01 ottobre 2020, Aggiornato alle 13,28
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Industria dello shipping all'Imo: "Dimezziamo le emissioni di Co2 entro il 2050

Bimco, Intercargo, Ics e Intertanko hanno formulato le loro proposte per una sensibile riduzione delle sostanze inquinanti


Quattro grandi associazioni internazionali di commercio marittimo (Bimco, Intercargo, Ics e Intertanko) hanno presentato una proposta congiunta all'organizzazione marittima internazionale delle Nazioni Unite (Imo) in merito alla riduzioni di Co2 da parte del settore internazionale di navigazione, responsabile del trasporto del 90% del commercio globale e del 2,2% delle emissioni annuali di Co2 prodotte dall'uomo.


Il Comitato per la protezione dell'ambiente marino Imo si riunirà a Londra nel mese di luglio per avviare lo sviluppo di una strategia per la riduzione delle emissioni di Co2 allineando la risposta del settore del trasporto marittimo all'invito degli accordi del 2015 di Parigi per combattere il cambiamento climatico.

Le associazioni del settore hanno proposto che gli Stati membri dell'Imo debbano adottare immediatamente due obiettivi a nome del settore della navigazione internazionale:

1) mantenere le emissioni totali annue di Co2 del trasporto internazionale al di sotto dei livelli del 2008; e

 

2) ridurre le emissioni di Co2 per tonnellata di carico trasportato ogni chilometro, in media, di almeno il 50% entro il 2050, rispetto al 2008.

Foto: Corriere del Mezzogiorno