|
Porto di Napoli
25 settembre 2018, Aggiornato alle 16,07
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Naples Shipping
Armatori

Il porto di Bari vuole potenziare le crociere

Intesa tra Adsp, Regione, Città Metropolitana, Federalberghi e Costa Crociere 


Si fa più intenso e sinergico il rapporto tra l'Autorità di sistema portuale (Adsp) dell'Adriatico meridionale e Costa Crociere. Sulla scorta dei dati positivi raccolti durante la stagione crocieristica che sta per concludersi, durante la quale il porto di Bari è stato scelto come unico porto di imbarco e unico porto italiano dalla compagnia Costa Crociere, per il nuovo itinerario della nave Costa neoClassica, il presidente dell'Adsp, Ugo Patroni Griffi, ha promosso la costituzione di una partnership tra le istituzioni locali e la compagnia armatoriale con l'obiettivo di ottimizzare il ventaglio dei servizi offerti.

All'incontro hanno partecipato Regione Puglia, Città Metropolitana di Bari, Camera di Commercio di Bari, Confindustria di Bari-Bat, Federalberghi Bari- Bat, Puglia Promozione e Costa Crociere.

«Il contributo di tutti i soggetti protagonisti del ciclo portuale, nonché di tutti quelli che concorrono all'erogazione dei servizi accessori, costituisce un'offerta straordinaria per le compagnie che vogliono investire sul territorio. Abbiamo trovato in Costa Crociere un partner di eccezione. Stiamo gettando ora le basi per assicurare che il percorso di crescita intrapreso garantisca la massima reciproca soddisfazione, già a partire dalla stagione 2018», commenta Patroni Griffi. «Per Costa Crociere Bari è un porto strategico», commenta Roberto Ferrarini, vicepresidente Terminal & Port Management di Costa Crociere. «Nel 2017 – continua -, grazie anche all'aggiunta del nuovo itinerario estivo di Costa neoClassica, abbiamo in pratica raddoppiato il numero di scali che avevamo effettuato nel 2016. Nei prossimi anni vogliamo consolidare ulteriormente la nostra presenza a Bari, lavorando ad un piano di sviluppo condiviso. Già a partire dal 2018 il numero di scali e di passeggeri che porteremo a Bari crescerà ancora». «È stata un'utile riunione di coordinamento che testimonia la volontà dell'amministrazione comunale di Bari di trasformare le crociere in un moltiplicatore di sviluppo turistico del territorio, sia migliorando le ricadute economiche che accogliendo al meglio i sempre più numerosi crocieristi che scelgono Bari quale base per conoscere il Mediterraneo»,  conclude Silvio Maselli, assessore cultura e turismo del Comune di Bari.