|
adsp napoli 1
20 maggio 2022, Aggiornato alle 15,45
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori - Logistica

Iginia, la nave green sullo Stretto

L'unità alimentata a batterie è stata realizzata con sette milioni di euro del Pnrr

La nuova nave "Iginia"

Il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, l'amministratrice delegata di Rete Ferroviaria italiana (Rfi), Vera Fiorani, e le autorità locali hanno inaugurato lunedì scorso a Messina la nave Iginia della flotta di Rete Ferroviaria Italiana che, con un investimento di 7 milioni di euro del Pnrr, è stata dotata di propulsione green per il collegamento tra Calabria e Sicilia. 

La nave entrerà in servizio da domani. "Il varo della nuova nave è solo il primo passo dell'ampio piano degli interventi programmati dal governo con i fondi del Pnrr e i fondi statali per agevolare il collegamento tra Calabria e Sicilia nel segno della sostenibilità ambientale. Dall'estate il tempo di attraversamento ferroviario verrà dimezzato", ha detto il ministro. 

Iginia fa parte del progetto per potenziare e migliorare, anche dal punto di vista della sostenibilità ambientale, l'attraversamento dinamico dello Stretto di Messina (per il quale sono stati previsti complessivi 510 milioni di euro dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza - Pnrr, dal Piano Nazionale Complementare - Pnc e altri fondi nazionali). 

La nave è dotata di batterie che si ricaricano tramite pannelli solari o tramite la presa di terra, una tecnologia che offre il massimo della sostenibilità dal punto di vista ambientale, garantendo zero emissioni di anidride carbonica e di gas serra in porto e nelle manovre di entrata e uscita. La nuova nave sostituisce la vecchia nave Villa del 1983, verrà utilizzata sulla rotta Messina-Villa San Giovanni per il trasporto di treni passeggeri e treni merci.