|
Porto di Napoli
15 gennaio 2019, Aggiornato alle 17,10
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Grandi navi, nuova bozza della Capitaneria per San Marco e Giudecca

Restrizioni su rimorchio, pilotaggio e velocità per le navi passeggeri superiori le 40 mila tonnellate 


La Capitaneria di porto di Venezia ha diramato una bozza di ordinanza per disciplinare la navigazione delle grandi navi nei canali San Marco e Giudecca. Entrerà in vigore, nella sua forma definitiva, il primo giugno 2018.

La bozza, rende noto lo studio legale Miatto-Seppi, prevede restrizioni per le unità superiori le 40 mila tonnellate su rimorchio, pilotaggio e velocità. Il traffico per queste unità «sarà consentito solo ed esclusivamente ove queste rientrino nei limiti dimensionali espressi dai valori soglia del fattore tecnico-costruttivo denominato 'modulo d'armamento' (EN), di seguito specificati: EN ≤ 6.600 per il periodo temporale ricompreso tra il 1°.6.2018 ed il 31.3.2019; EN ≤ 6.300 dal 1°.4.2019 in poi. Il modulo d'armamento (EN) dovrà risultare espressamente dalla documentazione/certificazione tecnico-costruttiva dell'unità».

Rimorchio
Si legge nella bozza di ordinanza:  «Il rimorchiatore posizionato a poppavia dell'unità navale dovrà essere prioritariamente individuato tra i mezzi della flotta con potenza di tiro maggiore alle 35 tonnellate». Il concessionario del servizio di rimorchio, precisa la bozza, dovrà ovviamente utilizzare combustibile marittimo a basso tenore di zolfo, come da normativa.

Pilotaggio
Rimangono invariate, in quanto compatibili, le misure già adottate dalla Capitaneria, tra cui: obbligo del secondo pilota a bordo; obbligo del secondo rimorchiatore "con cavo voltato"; distanza tra unità in navigazione, nella stessa direzione, non inferiore a 0,7 miglia nautiche, ovvero non inferiore a 2 miglia nautiche; infine, l'intervallo di partenza dagli ormeggi delle navi passeggeri non deve essere inferiore ai 15 minuti.

Velocità
Le unità oltre le 40 mila tonnellate non potranno superare gli 8 nodi dalle bocche di porto fino al Forte di Sant'Andrea, in entrambi i sensi di marcia. Non oltre i 6 nodi per il tratto che va dal Forte alla stazione marittima, sempre su entrambe le direzioni di marcia.

Da martedì scorso e per i prossimi venti giorni i portatori d'interesse possono inoltrare osservazioni e contributi al gruppo di lavoro della Capitaneria di Venezia.

foto: Fun Science Gallery