|
napoli 2
25 giugno 2019, Aggiornato alle 17,04
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Infrastrutture

Grandi navi, l'Autorità portuale di Venezia ricorre al Mibac

Per l'AdSP Mar Adriatico Settentrionale, il provvedimento di tutela metterebbe a rischio il trasporto urbano di merci e persone


L'Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Settentrionale ha proceduto, "come atto dovuto", a proporre un ricorso gerarchico per ribadire la competenza sulle aree interessate dal provvedimento di tutela del canale della Giudecca, così come previsto dalla legge. L'iniziativa è annunciata dall'Authority in un comunicato, ne quale è specificato che il ricorso avverso è rivolto al Mibac e sulla questione grandi navi da crociera.

Sulla sensibilità alla questione ambientale, rileva l'Autorità è la testimonianza "delle numerose iniziative e politiche volte a garantire piena integrazione della sostenibilità ambientale e della sostenibilità economica delle attività portuali". Il ricorso é "una decisione volta a tutelare l'integrazione della sostenibilità ambientale ed economica delle attività portuali - aggiunge - ma, ancor più, a tutelare l'operatività del Canale della Giudecca a favore dei cittadini di Venezia". 

"L'imposizione di un vincolo, così come formulata dal ministero per i Beni e le attività culturali sul Canale della Giudecca e sul Bacino di San Marco - conclude l'Autorità - metterebbe infatti a serio rischio la possibilità non solo di transito delle navi da crociera, di qualsiasi stazza, ma anche il trasporto pubblico e il trasporto urbano di merci e persone che ricorrono, per operare, agli spazi dati in concessioni a soggetti privati e pubblici".