|
Porto di Napoli
25 settembre 2018, Aggiornato alle 16,07
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Naples Shipping
Politiche marittime

Gioia Tauro Port Agency approva budget e Piano di chiamata

Manca solo il Piano di formazione per completare il quadro gestionale dell'agenzia portuale


Approvazione del budget previsionale 2017 e del Piano di chiamata. Con quest'ultimo nuovo strumento, e i conti in ordine, continua il lavoro della Gioia Tauro Port Agency, la nuova agenzia del lavoro costituita a luglio in sostituzione della ormai superata gestione delle imprese ex articolo 16 e 17 (si pensi ai nuovi poteri del presidente delle Adsp in materia). Per completare il quadro, manca solo l'approvazione del Piano di formazione, da concordare sempre tra i sindacati e l'amministratore unico della società, Cinzia Nava. All'assemblea, tenutasi ieri, hanno partecipato Nava, il commissario dell'Autorità portuale Andrea Agostinelli (Gioia Tauro, insieme a Messina, è l'unico porto non ancora inglobato in un'Autorità di sistema portuale) in rappresentanza del socio unico Autorità Portuale di Gioia Tauro, e il sindaco revisore unico, Pietro Paolo Germanò.  

Per quanto riguarda il "Piano di chiamata e di avviamento al lavoro portuale temporaneo", sono state apportate alcune modifiche sulla tariffa di intermediazione che è stata azzerata. È stato adottato l'avviso della direzione generale del ministero dei Trasporti, che ha l'obiettivo di «agevolare quanto più possibile l'avviamento dei lavoratori, rendendolo, per le imprese utilizzatrici, il meno oneroso ed il più conveniente possibile, sia sotto il profilo economico sia sotto l'aspetto delle procedure da seguire per la conclusione del contratto». Un Piano da limare, secondo Agostinelli, «nei suoi aspetti applicativi, non essendo un documento fine a se stesso ma suscettibile di modifiche» a seconda dell'operatività e delle chiamate. Il socio unico autorità portuale vigila sul funzionamento del'Agenzia, propone modifiche, integrazioni, emendamenti, «in modo da bilanciare – si legge in una nota - la tutela dei lavoratori iscritti con l'operatività portuale».

Infine, sono state raccolte le autocertificazioni per il riconoscimento degli assegni Insp per il nucleo familiare, con previsione anche dell'arretrato di agosto.