|
napoli 2
18 giugno 2021, Aggiornato alle 17,30
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Gioia Tauro adotta regolamento rifiuti navali

Servizi, tariffe, utilizzo degli impianti. L'Autorità portuale incentiva la raccolta differenziata

Il porto di Gioia Tauro

L'Autorità portuale di Gioia Tauro ha redatto il regolamento di raccolta e gestione dei rifiuti prodotti a bordo delle navi che approdano nei terminal del porto capoluogo e nello scalo di Taureana di Palmi.
 
Viene così disciplinato lo svolgimento dei servizi, con relativo tariffario, relativi alla gestione dei rifiuti a carico delle navi. Nel contempo, viene disposto il miglioramento della disponibilità e l'utilizzo degli impianti portuali di raccolta nei due scali portuali. Si incentiva una corretta raccolta differenziata a bordo delle navi, in modo da valorizzare e recuperare le diverse tipologie di rifiuti, piuttosto che lo smaltimento indifferenziato. 

Nel regolamento è predisposto un servizio di verifica e controllo, attraverso ispezioni periodiche. Dopo l'adozione del regolamento, consultabile nel sito internet dell'Autorità portuale di Gioia Tauro, a giorni sarà pubblicato l'avviso di gara pubblica, per individuare il soggetto privato a cui sarà data in concessione la relativa gestione del servizio. 

In risposta alle direttive in materia di tutela e salvaguardia dell'ambiente, l'ente guidato dal commissario straordinario Andrea Agostinelli «ha voluto dare un preciso indirizzo normativo alle attività interne ai porti, che ricadono nella propria circoscrizione, a tutela dell'ambiente portuale e, più in generale, marittimo», si legge in una nota.

Si parte con le infrastrutture portuali che si affacciano sul mar Tirreno, per poi estendere la relativa normativa a tutti gli scali di competenza dell'Autorità portuale.  Insieme al dipartimento di Tutela dell'ambiente della Regione Calabria, l'obiettivo è quello di ridurre gli scarichi in mare di rifiuti, in particolare quelli illeciti, prodotti dalle navi, per portarli negli impianti portuali di raccolta prima di lasciare lo scalo.