|
Porto di Napoli
16 novembre 2018, Aggiornato alle 11,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Armatori

Giappone: "K" Line, Mol e Nyk pronte per l'alleanza One

Il primo aprile cominciano le attività della nuova joint venture armatoriale. I vertici delle tre compagnie analizzano il 2018


Non illudiamoci. Il 2018 sarà ancora un anno di incertezze e incognite, ma potrebbero anche evidenziarsi opportunità di crescita scaturite dal graduale miglioramento dell'economia globale. Luci e ombre che hanno caratterizzato l'analisi del quadro politico-economico delineato dai vertici delle compagnie di navigazione giapponesi Kawasaki Kisen Kaisha ("K"Line), Mitsui O.S.K. Lines (Mol) e Nippon Yusen Kaisha (Nyk), unite dal mese di maggio nell'alleanza Ocean Network Express (One), che comincerà la sua attività il primo aprile.

 

Il 2017, ha precisato in particolare Eizo Marukami (nella foto), presidente e Ceo di "K" Line, si è aperto con il debutto del nuovo presidente americano e con la sua politica protezionistica. Nel contempo in Europa avanzano i partiti anti-Ue e anti-globalizzazione. Questo clima è motivo di preoccupazione per il settore dello shipping, che opera nella logistica globale. Tuttavia, nonostante l'incerta situazione internazionale, ha confermato Marukami, l'economia globale sta mostrando un graduale miglioramento. Gli Stati Uniti, l'Europa e la Cina stanno evidenziando un'accelerazione della crescita o della ripresa economica. Anche in Giappone le aziende stanno registrando migliori risultati grazie all'avanzamento delle economie estere e ad un quadro favorevole per l'occupazione.

 

Commentando poi l'entrata in servizio della One, Marukami si dice sicuro che l'alleanza armatoriale apporterà una maggiore competitività sviluppando le migliori pratiche delle tre compagnie e palesando una forte presenza nel segmento delle portacontainer che è oggetto di continui cambiamenti. Dello stesso parere sia il presidente della Nippon Yusen Kaisha, Tadaaki Naito, che ha evidenziato il duro lavoro in corso per consentire il migliore avvio della joint venture, sia il presidente della Mitsui O.S.K. Lines, Junichiro Ikeda, che ritiene l'alleanza fondamentale per il rilancio della sua compagnia. Ocean Network Express impiegherà complessivamente 234 navi con una capacità combinata di 1,48 milioni di teu, la sesta nel ranking mondiale delle compagnie.